Luigi Di Maio si racconta e la sua  storia diventa il libro Don Luigi. Sfide e passioni pubblicato per  Cosmo Iannone Edizioni che l’autore presenterà lunedì 7 agosto a Capri, alle 19, alla Galleria Gaudeamus -Libreria La Conchiglia, via Le Botteghe 12.  Con lui ci saranno i giornalisti Lucia Annunziatae Silvio Perrella.
Classe 1929, viticoltore, socialista, velista scrive “una storia differente” che attraversa il Mezzogiorno, tra le  avventure e i desideri di una vita intera in una narrazione appassionante. Tra le tante iniziative imprenditoriali descritte, la Masseria Di Majo Norante in Molise a Campomarino, che produce vini da uve proprie, noti in tutto il mondo con riconoscimenti lusinghieri: il Ramitello Rosso è stato giudicato tra i migliori 100 vini del mondo.
Ritmo veloce, grazie a capitoli brevi e intensi
che, divisi come in un frame cinematografico, fanno riflettere su passato, presente e futuro, senza distinzione di tempi. E’ una storia di sentimenti che Luigi, uomo del fare, esprime con semplicità: l’amore per la famiglia, per gli amici, per il lavoro, per la terra e soprattutto per i suoi luoghi.
Uomo del Sud, nato a Napoli da una famiglia di giuristi, ma anche di inventori e artisti, si è sempre rimboccato le maniche per lavorare sodo sfidando continuamente se stesso e il mondo, mettendo a segno i propri obiettivi.
Innamorato della sua città e di tutto il Sud, diventa prima agronomo, poi imprenditore. Dopo la laurea in Agronomia, ventitreenne anni parte per un Sud ancora più lontano: il Brasile. Un’esperienza unica: otto anni a dirigere un’azienda di quindicimila ettari. Rientrato in Italia, con il matrimonio conosce Campomarino e il Basso Molise, avviando un delicato processo di trasformazione di terreni.
Nella sua gioia di vivere, riesce a coniugare lavoro e passioni: il mare,
la barca a vela, la navigazione con gli amici. Trasmettendo entusiasmo ai giovani, nonostante la sconfortante realtà italiana e europea.
In foto, Luigi Di Maio