All I want for Christmas is … FAI. E’ lo slogan del Natale del Fai giovani che propone due appuntamenti:  con la prestigiosa tradizione orafa napoletana del Consorzio Antico Borgo Orefici (9 dicembre) e la musica dei cori giovanili in concerto Magico Natale (22 dicembre).
Si parte sabato 9 dicembre con la tappa al Consorzio Antico Borgo Orefici che raggruppa circa novanta aziende della migliore tradizione orafa napoletana. In via Duca di S. Donato, 73  si potrà visitare la “Scuola Orafa la Bulla” (foto) con iniziative speciali organizzate dal Consorzio Antico Borgo Orefici, per poi proseguire nelle botteghe del vicino Borgo Orefici (a partire dalle ore 9.30 visite ogni ora, ultima visita alle ore 13.30 – prenotazione obbligatoria su www.faiprenotazioni.it – contributo di partecipazione a partire da 3 euro. – per gli under 35 possibilità di iscriversi al FAI a 15 euro e di rinnovare alla stessa quota).
  Domenica 17 e venerdì 5 gennaio il Consorzio offrirà ai napoletani e ai turisti altre due possibilità di visitare la scuola nonché le bellezze di Piazza Mercato e dintorni. Il consorzio nasce nel marzo del 2000, grazie ad un progetto di artigiani e commercianti che operano nella zona denominata “Antico Borgo Orefici”.
Principio ispiratore: riunire in un unico e compatto organismo ognuna delle oltre 350 aziende che oggi operano nel Borgo Orefici, per un totale di 2.000 addetti diretti, collaborando alla riuscita di un globale progetto di valorizzazione dell’antica zona orafa di Napoli, attraverso una riqualificazione urbanistica ed il rilancio commerciale dell’area.
Venerdì 22 dicembre alle 19.30, il Fai giovani si sposta nella Chiesa di San Rocco (Riviera di Chiaia 254) per il concerto realizzato in collaborazione con il Centro Di Musica Antica Pietà de’ Turchini.
Si esibiranno per l’occasione due cori: il Coro dell’Isis “Europa” di Pomigliano d’Arco diretto dal maestro Emanuele D’Onofrio affiancato dal “Coro dalle mani bianche” dell’Associazione “Michele Novaro” di Acerra, diretto dalla maestra Maria Teresa Visone, proponendo uno spettacolo che unisce alla bellezza del canto corale il linguaggio del corpo (contributo di partecipazione a partire da 3€. – ingresso fino ad esaurimento posti – per gli under 35 possibilità di iscriversi al FAI a 15€ e di rinnovare alla stessa quota).
Il Coro dell’Isis “Europa” di Pomigliano d’Arco è un polifonico formato da studenti e docenti dell’istituto ed è stato ufficialmente riconosciuto come attività educativa e formativa dal 2015. Nonostante la recente formazione, il coro ha già partecipato a numerosi eventi, concorsi e rassegne, tra i quali il “Festival dei diritti” di Nola, gli eventi “Futuro remoto” e “Piazza InCantata” a Piazza Plebiscito (organizzato nel 2016 dal MIUR, dove si è esibito insieme a cori di tutta Italia), e il “Festival Teatroscuola 2017 – L’altro è…”, classificandosi tra i vincitori e ottenendo la partecipazione al “Giffoni Film Festival 2017”.
L’associazione “Michele Novaro” ad Acerra opera nel sociale dal 2005 e in particolare per aiutare i disabili, o meglio i “diversamente uguali”. Il progetto del “Coro dalle mani bianche” si ispira a un programma di educazione speciale che vede la diversità come opportunità nell’impegno sociale e civile. Composto da ragazzi diversamente abili, il coro  è seguito e diretto dalla professoressa Maria Teresa Visone.
Per saperne di più sugli appuntamenti del Fai giovani e del Borgo Orefici
https://www.facebook.com/FaiGiovaniNapoli/
https://www.facebook.com/anticoborgorefici/?fref=ts