Tutto cambia. Anche  Natale in casa Cupiello firmato da Eduardo De Filippo. La metamorfosi teatrale avviene grazie alla rivisitazione della regista Sarah Falanga. Del resto a Firenze  andrà in scena al Teatro del Maggio la Carmen di Bizet con un finale diverso su proposta del sovrintendente del lirico fiorentino al regista Leo Muscato: la bella zingara non muore, sarà lei  a uccidere il suo carnefice. Anche i classici mutano pelle e si confrontano con il presente.
Qui a Napoli, al teatro Tram di via Portalba  30, nel centro storico di Napoli, non viene rappresentata la violenza, ma  un affresco di famiglia dove al centro non c’è più Lucariello con la sua passione per il presepe ma Tommasina. E il  titolo si trasforma, diventando Natale in casa  di donne.
Spiega Falanga: «Natale in casa di donne è una responsabilità, un rischio, un gioco pericoloso ma intrigante e stimolante. Se è vero che Eduardo ha scritto testi di essenza e contenuto universale tanto da guadagnarsi un posto tra “i miti” del teatro, è anche vero che quella stessa drammaturgia non perderà la sua verità e la sua essenza se interpretata e non imitata».
Con la Falanga in scena ci saranno  Francesca Morgante, Marilia Marciello, Stefano Pascucci, Giusy Paolillo, Christian Mirone e Damiano Agresti. Il disegno luci è curato da Christian Mirone, i costumi sono realizzati d Leticia Craig.
L’interrogativo “te piace ‘o presepe” è posto dalla donna madre e diventa spunto per riflettere sul dramma dell’ideale tradito e sulla storia dell’essere umano. Due gli spettacoli : in programma domani, mercoledì il primo è alle 18,30, il secondo alle 21. Il biglietto costa 15 euro e la prenotazione è obbligatoria.
In foto, una scena dello spettacolo

 

Costo del biglietto: 15,00 euro
Primo spettacolo: ore 18.30
Secondo spettacolo: ore 21.00
Prenotazione obbligatoria – sedute limitate
Tel.: 366.9555096 – 339.3562828
produzione.accademiamagnagraecia@hotmail.com
Facebook: Accademia Magna Graecia