Sfumature colorate per una narrazione made in Naples. Martedì 23 gennaio, alle ore 18.00, alla Libreria Iocisto in via Cimarosa, 20 si presenterà il volume Tra il nero e il rosa, racconti per una notte di Alferio Spagnuolo (Aletti Editore, euro 12, disponibile in e-book).
All’incontro, moderato da Maurizio Vitiello, con l’autore
interverranno Yvonne Carbonaro e Fiorella Franchini. Evento a cura di Monica Florio. Letture di Mariarosaria Riccio. 
Tre racconti, tre colori che sfumano dal rosa al nero.
Il nero, quello di chi si dispera e si tormenta invano, è il colore dominante di queste storie, in cui non mancano né l’ironia né una nota di trasgressione. Un poliziotto finisce in coma per aver tentato di sventare una rapina, un Commissario accecato dall’odio si accanisce contro i presunti responsabili della morte della moglie e una donna, aspirante Capo della Mobile, seduce la moglie di un ricco per godere del suo patrimonio, ignorando di dover fare i conti con un amico del defunto.
Filo conduttore della raccolta è la centralità di un mondo, quello delle Forze dell’Ordine che, con atti di eroismo o abusando del proprio potere, proverà a mutare l’ordinario corso degli eventi.
Tra depistaggi e colpi di scena, il napoletano Alferio Spagnuolo ha dimostrato di essere a suo agio con un genere come il giallo nel quale la messa in scena della morte porta inevitabilmente a riflettere sul senso della vita, sul destino e sul caso che si diverte a scombinare i piani di tutti noi.

Qui sopra la copertina del libro. In alto uno scatto di Fabiana Morelli
Qui sopra la copertina del libro. In alto uno scatto di Fabiana Morelli

 Spagnuolo ha esordito nel 1987 con il romanzo “Nucleo impenetrabile” (Società Editrice Napoletana),un giallo a quattro mani perché scritto con suo padre, il poeta Antonio Spagnuolo. E con lui ha pubblicato anche  il thriller napoletano “L’ultima verità” (Kairòs Edizioni, 2006) con la prefazione di Maurizio De Giovanni.