Napoli restituisce  nuova vita a un importante spazio di aggregazione in periferia. L’ex centro di documentazione di Ponticelli, in via Purgatorio 10. Una struttura molto grande, di tre piani, ex masseria al centro della parte più antica del quartiere, ristrutturata da Arci Movie con il contributo di un progetto ministeriale.
La struttura ospita, grazie alla presenza di Arci Movie, l’educativa territoriale di Ponticelli dal 1999 ed è frequentata ogni giorno da oltre 40 ragazzi svantaggiati del  territorio.
Martedì 8 maggio vi si terrà  alle ore 18.30 la cerimonia d’intitolazione a Giorgio Mancini con l’incontro dal titolo La memoria del presente. Interverranno: Luigi de Magistris sindaco di Napoli, Roberta Gaeta, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, Guido D’Agostino, storico e presidente dell’Istituto Campano per la Storia della Resistenza, Roberto D’Avascio, presidente dell’ Arci Movie, Maria Giovanna Mancini, figlia di Giorgio Mancini.
«Sarà un momento di celebrazione – spiega Roberto D’Avascio, presidente di Arci Movie – di orgoglio e di festa per il nostro quartiere e per il nostro territorio soprattutto perché presenteremo la struttura completamente rinnovata dopo i lavori dello scorso anno. La nostra associazione ha deciso di intitolare la struttura alla figura di Giorgio Mancini, storico locale e docente scolastico, autore di svariate monografie sul territorio, la storia e le tradizioni di Ponticelli e di Napoli est, morto 9 anni fa. Una figura di riferimento per la cultura del territorio, che tanti anni fa aveva progettato con il comune di Napoli di utilizzare questa struttura per farne un centro di documentazione».
Un’occasione per riflettere sull’impegno e sulla attività svolti dall’Arci Movie, a partire dalla storia collettiva dell’associazione fatta di cura per bambini, persone, relazione e luoghi. Sarà anche possibile visitare la mostra fotografica Sguardo tra passato e presente dedicata a Napoli est, a cura di Luigi Verolinio e Giovanni Bellotti.