Dal 1995, per rendere omaggio alla memoria del grande scrittore napoletano Domenico Rea, si tiene annualmente nell’isola d’Ischia il premio letterario a lui dedicato. Il premio ideato dal professor Davide d’Ambra si articola in due sezioni: autori (narrativa e saggistica) e giovani lettori.

Quest’anno si è giunti alla XVI edizione del premio, che si svolge oggi e domani, nel salone delle feste del “NH resort thermal” di Ischia. Lo svolgimento dell’edizione sar  particolare per il 2010: due giorni di “happening culturale” accompagnati da dibattiti, dal coinvolgimento di giovani lettori, ragazzi delle scuole medie superiori di Ischia e Napoli, una giuria tecnica, ed i vincitori della saggistica e gli autori dei libri finalisti.

La giuria tecnica della XVI edizione è presieduta dal direttore della Biblioteca Nazionale di Napoli, Mauro Giancaspro, e composta dal professor Massimo Capaccioli (Ordinario di Fisica all’Universit  Federico II di Napoli), professor Luigi Mascilli Migliorini (storico italiano), la dottoressa Imma Pempinello (Presidente Associazione “Amici di Napoli”), professor Massimo Loiacono e Patrizio Marrone (direttore del Conservatorio S. Pietro a Maiella di Napoli). La giuria per i giovani lettori è composta da Laura De Giorgio, Nunzia Sena, Etta Russo e Giuseppina Tripodi.

Per quest’anno è gi  stato designato (in data 13 luglio 2010) il vincitore della sezione saggistica: non si parla però di “vincitore”, ma di “vincitori”. Il premio è stato assegnato, infatti, dopo ampie discussioni da parte della giuria, in ex aequo ai due autori Carlo De Matteis con “Dire l’indicibile”, Sellerio editore, e Maurizio Ponticello con “I misteri di Piedigrotta”, Controcorrente.

Per la sezione narrativa la giuria tecnica ha indicato i cinque finalisti: Lia Levi “La sposa gentile”, Edizioni e/o. Fabio Brescia “Tienimi per mano”, Luciano editore. Marcello Fasolino “La millecento blu”, Guida editore. Stefano Ceccarelli “Camilla portafortuna”, Zero 91. Raul Montanari “Strane cose, domani”, Baldini Castoldi Dalai editore. La serata del 9 ottobre la giuria popolare, alla presenza del notaio Diomede Falconio, voter  per scegliere il vincitore tra i finalisti.

La menzione speciale al caso dell’editore-autore è stata assegnata quest’anno a Tullio Pironti, per il libro “Il paradiso al primo piano”.

Per la sezione “Premi Speciali” la giuria ha indicato Gino Rivieccio, per il premio alla carriera, e Francesco ed Albachiara Caccavale, per l’imprenditoria teatrale. Premio speciale a Lucio Tisi, per il libro in versi “Camera e stanze”, Rogiosi editore.

Per la sezione dedicata ai giovani studenti, che si affronteranno nella gara di lettura di cinque classici della letteratura domani, sabato 9 ottobre alle ore 11, nella sala aragonese sono riservati premi in denaro, dal primo al terzo posto, e premi degli sponsor, dal quarto al decimo posto.

Mostra di corrispondenze inedite dagli archivi di Casa D’Ambra Vini con Domenico Rea, con la partecipazione di Andrea D’Ambra. Concerto di musica del quartetto di sassofoni del Conservatorio San Pietro a Maiella di Napoli con Leandro Nicolella, Teresa Perna, Antonio Bologna e Francesco Iannelli.

Si attendono centinaia di ospiti, italiani e stranieri, autori, lettori, editori, giornalisti e amici, per ricordare il grande Domenico Rea e per sollecitare e stimolare tutti ad un impegno forte e costante nella letteratura.

In foto, la locandina