Napoli si svela attraverso l’immagine che offre di s. E lo fa attraverso i suoi talenti. Tanti quelli che attraversano il percorso della fotografia. A loro è dedicata la rassegna del sabato che il 6 giugno alle ore 11.30 a Piazza Forcella avr  un nuovo protagonista, Luciano Ferrara (classe 1950) che sar  introdotto da un’altra fotografa, Lucia Patalano. Sar  l’ occasione per ripercorrere del fotogiornalista con il suo lavoro di documentazione attento e sensibile, di tanti gruppi minoritari di protesta, peculiari alla realt  urbana della citt  di Napoli.
Il lavoro a Pomigliano e i movimenti dei disoccupati, li “femminielli”, il vissuto delle periferie, Procida, l’aristocrazia napoletana sono scenario dello sguardo diFerrara che documenta, attraverso il suo obiettivo, i cambiamenti sociali della citt . E ancora i suoi occhi catturano Berlino con il suo muro a pezzi, Praga, la palestina . Testimone del tempo tra Napoli e il mondo.

La rassegna a cura di Pino Miraglia e Spazio Nea punta a far conoscere ai giovani il percorso professionale e artistico di grandi autori italiani, approfondendo temi e poetiche della fotografia come linguaggio universale.

Il ciclo di incontri del “Sabato della fotografia” continuer  fino al 20 giugno tra lo Spazio Nea e Piazza Forcella. Dopo Tano D’amico, Raffaela Mariniello, Antonio Biasiucci, Fabio Donato e Luciano Ferrara sono in programma Claudio Corrivetti e Francesco Cito. Quest’ultimo terr  il 19, 20 e 21 giugno anche un workshop di 3 giorni su lavoro di photoreporter.

Per saperne di più

www.percorsidarte.eu

tel. I Teatrini 081 0330619(dal luned al venerd ore 10.00/14.00)

Tutti gli incontri sono a ingresso libero eccetto per il workshop con Francesco Cito dove è prevista una quota di partecipazione