A Ravello la musica è giovane. Con i suoi 17 anni Leonardo Colafelice è gi  una star del pianoforte. Nato ad Altamura nel 1995, in 12 mesi, ha inanellato una serie di vittorie prestigiose in alcuni concorsi internazionali. Vincitore, quest’anno, del primo premio allo “Yamaha USASU International Piano Competition” negli Stati Uniti , ricevuto dalle mani di Martha Argerich e dei concorsi pianistici internazionali di Aarhus, in Danimarca, e di Hilton Head negli Usa. Forte personalit  la sua che ne fa un protagonista molto atteso al Ravello Festival, dove si esibir  mercoled 4 settembre (21.30) nella sala Cavalieri di Villa Rufolo con un programma che prevede pagine di Rachmaninov, Albeniz, Chopin e Stravinskij.
Giovani anche le ottanta voci che gioved 5 settembre, alle 21. 30 all’Auditorium Oscar Niemayer, debuttano con i solisti dell’Opera di Stato di Monaco di Baviera, per un concerto ricco di suggestioni romantiche.
Nato da una collaborazione tra il Ravello Festival e l’Emilia Romagna Festival, l’evento si snoder  nel solco di una tradizione e di un simbolismo nei quali si inseriscono anche i brani di Mahler adattati da Clythus Gottwald.
Il coro giovanile Audi e i Corni dell’Opera di Monaco eseguiranno anche il repertorio corale di due grandi del Romanticismo come Schumann e Brahms, con Fünf Jagdlieder op. 137, del 1840, e Vier Gesnge op. 17, del 1862 e brani per corni da soli di Strauss, Hindemith e Rimskij-Korsakov.
Con loro si esibir  la virtuosa arpista Antonia Schreiber, membro della Gustav Mahler Youth Orchestra. L’artista, che con grande impegno promuove la musica contemporanea, ha vinto numerosi premi a livello internazionale e gode del sostegno di prestigiose fondazioni come la Deutsche Stiftung Musikleben e Villa Musica Mainz.
Sul podio, Martin Steidler, fondatore del Vornbach Heinrich-Schütz-Ensemble, icona della musica corale in Baviera.

Per saperne di più
www.ravellofestival.com.
089.858422
boxoffice@ravellofestival.com

In foto, Leonardo Colafelice e una parte del coro giovanile Audi