“Assieme per i giovani”. Percorsi di alternanza scuola-lavoro e solidarietà. Il teatro San Carlo, la camera di commercio di Napoli e l’ufficio scolastico della Regione Campania, si uniscono, in prossimità delle festività natalizie, per avvicinare i giovani al mondo del teatro, del lavoro ma soprattutto per fare qualcosa per gli altri. «Abbiamo pensato che occorresse essere vicini al territorio con iniziative di solidarietà a beneficio dei più svantaggiati», commenta Girolamo Pettrone, commissario della camera di commercio. Un’attenzione particolare è rivolta ai senza tetto, con due pranzi natalizi organizzati per loro: il primo si è tenuto il 16 dicembre nel salone delle grida del palazzo della Borsa di Napoli (via S. Aspreno 2) e il secondo si è tenuto oggi nel salone degli specchi del Massimo napoletano (via San Carlo 98).
La camera di commercio, in collaborazione con la Fondazione San Carlo, intende, inoltre, offrire alle famiglie più disagiate del territorio, due spettacoli: “Il Cinquetto” il 22 dicembre alle 17 e una recita dello “Schiaccianoci” il 30 sempre alle 17. Per individuare le famiglie, sono state coinvolte le dieci municipalità.

Schiaccianosi San carlo | ilmondodisuk.com
Una scena dello Schiaccianoci al San Carlo. Foto di Luciano Romano

«Napoli nelle sue difficoltà primeggia, commenta Rosanna Purchia, sovrintendente del teatro San Carlo. La città ha subito creduto in questo progetto. Il San Carlo è un bene di tutti e noi siamo felici di aprire ancora una volta le porte del nostro teatro ai giovani e ai senza tetto».
Nell’ambito dei percorsi scuola-lavoro, (200 ore dedicate alla progettualità formativa finalizzata a guidare i ragazzi nelle proprie scelte e facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro partendo da quelle che sono le capacità, le attitudini personali e le esigenze territoriali) si è ritenuto di coinvolgere gli studenti dei principali istituti alberghieri nell’organizzazione dei due pranzi. «Gli studenti devono sapere e saper fare- sottolinea il direttore generale dell’ufficio scolastico della Regione Campania Luisa Franzese- I percorsi formativi, che non costituiscono rapporto individuale di lavoro si rivolgono agli studenti delle scuole superiori a cominciare dal terzo anno e sono obbligatori. I ragazzi devono essere coscienti della scelta che faranno. Noi, come direzione scolastica regionale, stiamo avviando protocolli fuori Regione. Abbiamo già firmato un accordo con la Lombardia proprio sull’alternanza scuola-lavoro che ha portato i nostri studenti in terra lombarda e viceversa. La camera di commercio ci è stata molto vicino e ci sostiene in questa iniziativa. Insieme vogliamo formare una filiera di aziende e associazioni a cui rivolgersi».
Il teatro di San Carlo, già da qualche anno, ospita diversi progetti di alternanza scuola-lavoro, offrendo agli studenti degli istituti superiori di Napoli la possibilità di svolgere un’esperienza lavorativa all’interno degli spazi della Fondazione. 30 ore per almeno 40 partecipanti con messa a disposizione di personale, spazi, servizi e sostegno alle attività dei laboratori artistici che si terranno a Vigliena. I giovani interessati a intraprendere un percorso formativo qualificante, potranno accedere al coro dei Sancarlini, prendere parte al doposcuola in movimento o ancora, se provenienti dalla zona di Scampia, accedere a un programma a loro dedicato di alternanza scuola-lavoro.
Un progetto concreto all’insegna dei giovani e della solidarietà «per coinvolgere fasce di pubblico cui dobbiamo prestare sempre maggiori attenzioni» sottolinea Purchia.
«C’è un bisogno costante – aggiunge il commissario Pettrone. Ecco perché bisogna essere vicini alla città e a chi ha bisogno non solo nel periodo natalizio. L’ente infatti parteciperà alla creazione di uno “Sportello di accoglienza” attento alle necessità del bambino e della sua famiglia».
In collaborazione con l‘associazione “Museo del vero e del falso” contribuirà all’iniziativa “Con i giocattoli nun s’pazzea”, esposizione temporanea dedicata ai giochi e all’apprendimento di nozioni relative al riconoscimento del contraffatto, che si terrà, da dicembre 2016 a febbraio 2017, alla sala del refettorio del complesso di San Domenico Maggiore e donerà ai piccoli pazienti della chirurgia pediatrica della Seconda università di Napoli, cinque televisori e circa mille set da disegno.

 

 

Per saperne di più

Fondazione Teatro di San Carlo

via San Carlo 98/F 80132 Napoli

Tel. 081 797 2301 – 202

www.teatrosancarlo.it

Camera di Commercio di Napoli

Via S. Aspreno, 2

http://www.na.camcom.gov.it/wps/wcm/connect/cciaa/sito

Ufficio Scolastico Regionale per la Campania

Via Ponte della Maddalena, 55 – 80142 Napoli

www.campania.istruzione.it