Comica realt . In scena al teatro Acacia fino a domenica 6 maggio lo spettacolo "3 donne X 2 separati", una commedia in due atti che vede Paolo Caiazzo e Francesco Procopio nelle vesti di due uomini, Guido e Nicola costretti a ricoprire il ruolo di "badanti", a causa dell’inaspettate separazioni con le rispettive consorti.
Su di una scenografia ben congeniata i due attori affiancati da Luana Pantaleo, Ornella Varchetta e Nunzia Schiano danno vita a un intreccio nell’intreccio, in cui l’originalit  non manca ed il finale è tutt’altro che scontato.
Ridere di un fenomeno quotidiano come il "divorzio", talvolta anche forte e troppo diffuso, renderlo un tema leggero e divertente, rientra nello stile del regista Paolo Caiazzo, che vuol far giungere allo spettatore l’immancabile morale che emerge tra le righe.
L’escamotage delle volute interruzioni da parte dell’improvviso ingresso in scena di un palchetto composto di ipotetici spettatori ed i loro commetti sulla rappresentazione teatrale cui assistono, non è altro che l’ennesima dimostrazione di un’evidente aderenza tra il teatro e la realt .
Luana Pantaleo ed Ornella Varchetta nel ruolo delle due consorti, hanno ben saputo riportare in scena "il tira e molla" di una coppia, la seduzione e la furbizia femminile. Nunzia Schiano invece nelle vesti di Carmela, è riuscita ad interpretare un’apparente instabilit , che ha finito col riversarsi, in un secondo momento, in una sorprendente capacit  di "arbitrato" tra le due coppie, agendo con il puro scopo di salvare le rispettive sacre unioni.
Caiazzo e Procopio vittime incomprese del dominio incontrastato di mogli, il cui termine inglese doveva gi  a priori rappresentare un campanello di allarme di problemi futuri, finiscono ad unisono con l’optare per una soluzione più semplice e comoda.
Si ride perch in scena immancabilmente ci si rivede nei personaggi, nei loro pensieri, nei loro drammi, Paolo Caiazzo rappresenta il "comico dell’oggi" che presta attenzione a ciò che lo circonda ed è consapevole che seppur con una vena di amarezza, la comicit  rende un tocco di tranquillit , anche se solo per una sera.

Teatro Acacia
Via Raffaele Tarantino 10- Napoli
Infoline 081 5563999
info@teatroacacia.it

LE FEMMINE SAPUTE AL TEATRO ORAZIO

Sabato 5 maggio 2012 alle 21 e domenica 6 alle 18.30, “Le femmine sapute” di Molire animano il Teatro Orazio, in via Orazio 139/a (Napoli). Con l’adattamento di Massimo Maraviglia e la regia di Ettore Nigro, lo spettacolo è «un omaggio irriverente all’umana cretineria (maschile, femminile o altro che sia), che induce ogni individuo a cercare le proprie gratificazioni, i propri riconoscimenti in cose e luoghi diversi da quelli in cui sarebbe utile e naturale forse cercare».
Immersi in un’atmosfera ludica e in un gioco di pura teatralit  da guitti, gli spettatori degustando una raffinata frittata di maccaroni diventano parte di un arazzo colorato in cui vezzi e disvalori della borghesia del tempo non appaiono cos dissimili da quelli attuali.

Info e prenotazioni
081 049 4260/392 5742429/338 7476994

In alto, uno scatto dello spettacolo in scena all’Acacia con Paolo Caiazzo