Il progetto affonda le sue radici in Francia. Ma Mimmo Esposito rivendica il marchio “made in Italy” donando al teatro napoletano un palcoscenico dal respiro internazionale. “Teatro e Management”, progetto nato grazie alla sinergia tra “Adisu Parthenope”, “Associazione culturale Comedya Produzioni” e coordinata dalla Dottoressa Filomena Buonocore, con la direzione artistica di Mimmo Esposito (in scena il 19 aprile al teatro Augusteo con “la signora delle mele”), occuper  le sale dell’universit  napoletana Parthenope fino al 3 maggio con una serie di incontri incentrati sui diversi stili di leadership. Public speaking, leadership e personalit  sono le tematiche che verranno sviscerate da uno staff d’eccezione guidato da professionisti del settore teatrale del calibro di Michele Monetta, Vincenzo Salemme, Maurizio Casagrande e Giuseppe Zeno.
Lo scopo, come racconta il direttore artistico Mimmo Esposito, è quello di mettere al servizio di studenti di economia e operatori d’azienda tecniche teatrali e soprattutto quello che Michele Monetta chiama “lo spazio sacro”, un luogo in cui un asse neutro permetta di produrre di più e con maggiore flessibilit .
“E’ una tecnica simile all’Aikido racconta Monetta della corretta vittoria, della padronanza di se stessi”. L’idea cardine è che tutto nasca dalla comunicazione e da quella che i protagonisti dell’iniziativa chiamano “avversione/propensione al rischio”. Nel 1980 Michel Fuister introducendo tecniche teatrali in diverse societ  di formazione e consulenza gettava le basi per quello che più tardi sarebbe diventato il “business theatre” inglese, e sarebbe sfociato negli spettacoli universitari che vedono protagonisti, oggi, ancora gli studenti francofoni. La culla di questo progetto avanguardistico non poteva che essere Napoli, trasformata per l’occasione in una vera e propria accademia d’arte drammatica manageriale. La prima nel suo genere, e soprattutto la prima in Italia.
L’attore è prima di tutto imprenditore di se stesso, interprete di un teatro d’avanguardia che in realt  torna all’originaria funzione educatrice di attenzione al linguaggio non verbale e alla programmazione neurolinguistica, ovvero la modificazione della percezione del mondo attraverso cambiamenti apportati con tecniche specifiche, prese, in questo caso, in prestito dal teatro. L’obiettivo è quello di sviluppare abitudini/reazioni di successo, che abbraccino la leadership in tutte le sue forme più moderne e strutturali. Ecco perch è fondamentale considerare anche lo spazio come mezzo comunicativo. “Noi non esistiamo dalla testa in su, ma dalla testa in giù”, aggiunge Monetta sottolineando quanto sia fondamentale la sinergia non solo di tutte le parti del corpo per una corretta comunicazione, ma dell’unione di competenze diverse.
“Teatro e Management” ne è l’esempio più moderno non solo grazie al team formato da Mimmo Esposito, ma soprattutto grazie agli sforzi dell’Adisu Parthenope, che proprio in uno dei momenti più difficili per l’universit  pubblica, promuove un progetto volto a migliorare l’approccio formativo degli studenti, costruendo un percorso all’avanguardia. “Non più una mera azienda per il rilascio delle borse di studio afferma Maurizio Zuccaro, presidente Adisu Parthenope ma un punto di riferimento per i ragazzi e il loro iter formativo”. I presupposti sembrano quelli dei progetti troppe volte nati all’estero e che rilegavano l’Italia al ruolo di fanalino di coda. Per una volta, da testa di serie, prover  a dettare il cambiamento proprio il Paese che nel 1545 trasformava l’arte dello spettacolo in un mestiere, mettendolo oggi al servizio di futuri manager ed economisti.

Programma degli incontri
12 Aprile 2013 ore 9.30 – Teatro e Leadership Michele Monetta, docente di mimo, maschera e movimento, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma.
Vincenzo Salemme, attore, regista e autore

19 Aprile 2013 ore 9.30 – Teatro e Personalit 
Filomena Buonocore, docente di Organizzazione Aziendale, Universit  Parthenope.
Michele Monetta, docente di mimo, maschera e movimento, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma.
Giuseppe Zeno, attore.

3 Maggio 2013 ore 9.30 – Teatro e Public speaking
Marilù Ferrara, docente di Organizzazione Aziendale, Universit  Parthenope.
Giuseppe Mastrocinque, attore e docente di recitazione, Scuola di cinema “La Ribalta” di Napoli.
Francesco Campanile, docente di dizione, Scuola di cinema “La Ribalta” di Napoli.
Maurizio Casagrande, attore e regista.

In foto, Maurizio Zuccaro