"Materia grigia” è il titolo della nuova personale dell’artista e grafico pubblicitario napoletano Stefano Parisio Perrotti. Mercoled 15 gennaio il vernissage alle 17.30 nello spazio espositivo “Al Blu di Prussia” di Napoli, con piccola anteprima per la stampa (e non) il giorno prima della presentazione ufficiale, in cui l’autore presenter  opere inedite contenute all’interno del progetto. Per l’occasione sar  messo in vendita anche il catalogo cartaceo dell’esposizione, curato da Mario Pellegrino, accompagnato dai testi di Riccardo Dalisi e Carlo Nicotera.

In esposizione è un corpus di 35 lavori realizzati dall’artista utilizzando pietre e rocce di varia provenienza strada, fondo del mare, una falda di vulcano alle quali dona una nuova e differente vita assemblandole con carta, metallo, legno, plastica e animandole con piccole figure umane. Motivata dalla forte curiosit  per la “manipolazione” dei materiali più disparati e orientata in molteplici direzioni espressive, la ricerca di Parisio Perrotti trasforma la materia raccolta, inerte ed inespressiva, in creazioni di bellezza, metafora dei modi d’essere degli individui ai quali suggerisce storie da riscrivere e da ripensare.

«C’è chi usa un sanpietrino per sfondare una vetrina e chi per aprirti un orizzonte di pensieri nuovi
scrive Nicotera presentando l’artista napoletano E, come in tutte le cose della vita, la linea di demarcazione è sottilissima ed è tutta in questo caso nella mano di chi raccoglie quel pezzo di basalto».

"Al Blu di Prussia”, Via Gaetano Filangieri, 42 (Napoli)
Fino all’ 8 febbraio
orari della mostra
dal marted al venerd dalle ore 1630 alle ore 20; il sabato dalle ore 1030 alle ore 13 e dalle ore 1630 alle ore 20.
ingresso libero
Per saperne di più
albludiprussia.com

In foto, l’opera “Il Bandolo”