E’ un sereno angolo letterario nel cuore della città. Il tempo del vino e delle rose in piazza Dante 44/45 (Napoli, tel.081 014 5940). Cui Rosanna Bazzano, scrittrice e poeta, si dedica con passione da oltre un anno.  E domenica, 11 dicembre, in questo spazio del pensiero condiviso tra pasticcini e bevande,  accoglierà il partenopeo Stefano Piccirillo, da 33 anni colonna portante della radiofonia italiana .
La voce di Radio KissKiss e di molte pellicole cinematografiche e tantissimi telefilm presenterà la sua quarta prova letteraria, “Gretest Iz”, naturale espansione del suo intenso percorso professionale e emozionale. Un album a parole che somiglia a una colonna sonora, un percorso di vita,  diviso in episodi, scanditi da brani musicali.
Eccone i titoli: Gud Taims degli Scik, Survaivor di Maik Frensis; Ior so vein di Carli Saimon; Du iu tinc am secsi di Rod Stiuart; Iros di Devid Baui; A te di Giovanotti; Tru degli Spandau Ballett; Nait fiver dei Bi Gis; D’ ferst picciur ov iu dei Lotus Iters; Ior song di Elton Gion; Intu d’ gruv di Madonna; Ogni volta di Antonello Venditti; Evrifing Caunz dei Depesc Mod; Meraviglioso di Domenico Modugno (nella versione dei Negramaro) e La distanza di un amore di Alex Baroni.

Stefano Piccirillo | ilmondodisuk.com
Stefano Piccirillo

«La scelta di scrivere un libro diviso per canzoni è semplice – spiega l’autore – succede spesso che una canzone ci riporti col pensiero ad un preciso istante della nostra vita, i ricordi imprecisi si mescolano a particolari fantasiosi. Ho preso questi 15 brani, i miei preferiti ed ho trasformato ognuno in un racconto breve. Il protagonista sono io, o meglio “Steven”, il mio alter ego, l’altra parte di me. Alcune sono storie vere, altre di fantasia, altre ancora sono un po’ e un po’. Come il testo di una canzone, a volte ci immedesimiamo in una sola frase, altre volte pare racconti interamente la nostra storia».