in arrivo a Napoli la mostra Parole Visive, ospite della galleria Movimento Aperto, dal 15 al 30 gennaio e realizzata in collaborazione con l’associazione romana (e spazio espositivo) Arte Fuori Centro, prima sede dell’esposizione nell’autunno scorso. A cura di Laura Turco Liveri, la collettiva ha come filo conduttore l’introduzione di lettere e numeri nell’ambito dell’arte visiva e raccoglie opere di Giuliano Mammoli, Rita Mele, Teresa Pollidori, Luciano Puzzo, Alba Savoi e Ilia Tufano, fondatrice di Movimento Aperto.

Lo stesso tema è interpretato con tecniche e sensibilit  diverse, in particolare, citando la curatrice,
«Teresa Pollidori parte dall’emotivit  delle immagini prese dalle fotografie dei barconi pieni di migranti e, attraverso innumerevoli interventi in cui il segno digitale tesse immagini e sfumature pittoriche – sia pure nel distacco emotivo dato dalla tecnica computerizzata – arriva a un risultato visivo complesso la parola funziona come forma, motivazione e intento finale dell’opera, il cui impatto permane nella mente dello spettatore, inducendone una personale riflessione e una susseguente opinione su temi gravi della nostra contemporaneit ».

Ilia Tufano fondatrice di Movimento Aperto presenta un’opera composta da sei elementi
. «Ciascuna è anche un’opera a s spiega come una piccola poesia visiva. Sperimenta le possibili interazioni tra parola e pittura, laddove la prima può essere distesa come la seconda oppure dire qualcosa di diverso».

Le sei tele di Tufano, vedono protagonista il colore rosso, declinato in varie tonalit  in una di essere, il colore è assente concretamente ma presente attraverso la parola scritta. Ciò che leggiamo è diverso da ciò che vediamo, e questo cortocircuito percettivo è voluto dall’artista che propone cos un’opera aperta, richiedendo l’attenzione di chi la osserva per assumere un senso.
Inaugurazione venerd 15 gennaio ore 17, Movimento Aperto (Via Duomo 290/c). Dopo Napoli, la mostra sar  presentata a Siracusa nella galleria Quadrifoglio.

Nella foto, uno scorcio della mostra che sar  inaugurata domani, venerd 15 gennaio