Adotta una panchina. Perché non riprogettarla? E’ il punto di partenza del laboratorio  del progetto Mele che  si terrà domani mattina (15 aprile) a Capodimonte dalle 11 alle 12.30. Come d’abitudine, ogni fine settimana animazione a cura della Compagnia Arcoscenico e della Compagnia del Tufo, oltre alla Musica al tempo dei Borbone del Maestro Rosario Ruggiero che affascina gli spettatori con  brani di musica senza  tempo, raccontando aneddoti sulla loro nascita e sui loro autori.
Ruggiero ha anticipato stamattina, la sua performance,  con un breve assaggio per i visitatori della casina pompeiana nella villa comunale di Napoli, sul lungomare, eseguendo, tra l’altro, il valzer del cagnolino di Chopin, un minuto di musica gioiosa ispirata dai movimenti di un piccolo amico a quattro zampe. A Capodimonte sarà anche possibile visitare, dalle 10 alle 14, come ogni domenica, la sezione dell’Ottocento privato.

L’iniziativa Adotta una panchina, realizzata dal Museo e Real Bosco di Capodimonte (foto) in collaborazione con Amici di Capodimonte onlus, grazie al contributo della Fondazione Emiddio Mele, che ne sostiene interamente i costi, assicura la partecipazione gratuita a tutti i bambini e aumenta l’offerta culturale per l’infanzia. Il progetto, fino a oggi, ha portato all’adozione di 87 panchine, 39 alberi (tra nuovi e secolari), 3 beverini, 3 portabici e 1 fontanella.

La panchina rappresenta un momento di sosta, una pausa nel parco, nel bosco, tra il verde. Come venivano disegnate, come  la si si può disegnare e realizzare? Il laboratorio proverà a costruirla con materiali leggeri, di riciclo e di scarto e terminerà con la realizzazione di una seduta a impatto zero a misura di bambino.

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione obbligatoria via mail a prenotazioni@amicidicapodimonte.org 081 7499147 (lun/ven ore 10.00/16.00)