Un anno di Trump visto dai media. Il Sabato delle Idee chiude la sua nona edizione al Museo archeologico nazionale di Napoli, rilanciando le riflessioni geopolitiche sul Futuro dell’Italia in un mondo che cambia sabato 16 dicembre alle 10. Il sottosegretario agli Esteri Vincenzo Amendola e il direttore del Centro Studi Americani Paolo Messa a confronto con i giornalisti Carlo Verna, Massimo Milone e Marco Demarco.
A introdurre l’incontro ci saranno Paolo Giulierini, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Lucio d’Alessandro, rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa,Gaetano Manfredi, rettore dell’Università Federico II di Napoli e il fondatore del Sabato delle Idee, Marco Salvatore, direttore scientifico dell’Irccs Sdn.
La discussione si soffermerà sull’aspetto mediatico della figura di Donald Trump che da un anno governa con Twitter attaccando avversari americani e partner stranieri, guerreggiando con i media al grido Fake news e interrogando pubblicamente il mondo sulle alleanze e sulle scelte prioritarie. Ovviamente grande spazio anche per la più stretta attualità soprattutto con il caso del riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele che ha scatenato un nuovo putiferio internazionale.
Il sabato delle idee è un’iniziativa ideata nel 2009 dall’Istituto Sdn di Ricerca Diagnostica e Nucleare e dall’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli con l’obiettivo di far sorgere a Napoli nuovi spazi di discussione e di “risvegliare” la riflessione ma soprattutto la produzione di nuove idee nella società civile e nella classe dirigente nazionale, partendo da Napoli.
Obiettivo: promuovere l’impegno civile, la partecipazione ragionata e la realizzazione di progetti concreti per lo sviluppo di Napoli e del Mezzogiorno contro indifferenza,  rassegnazione, pessimismo.
In foto, il presidente statunitense Donald Trump