Stefan Anton Reck sul podio alle prese con il colosso wagneriano “L’olandese volante” in scena al San Carlo era fin dalle premesse una garanzia. E, in effetti, cos è stato, nel senso che a lui si deve la sostanziale tenuta di un allestimento per molti aspetti discutibile. La celebre ouverture ha subito trasportato il pubblico nella violenta esperienza della tempesta di mare, che d  inizio all’opera.
Presto, però, l’uso eccessivo dello specchio di fronte alla platea, la regia visionaria, le scene e i costumi di Yannis Kokkos hanno contribuito a rendere alquanto banale e smorta una lettura che è stata funestata da voci improbabili. Probabilmente l’intenzione del regista era esprimere ed esaltare il tormento del protagonista, immerso in una natura fredda e spettrale. Il minimalismo, tuttavia, ha frenato la carica espressiva del testo e della vicenda.
La vita, l’amore, la morte, la fedelt , insomma i temi di quest’opera che apre la strada al Wagner maturo, vengono appena sfiorati in un’atmosfera retorica e stucchevole, convenzionale e senza profondit .
Se accettabili sono stati Juha Uusitalo (l’olandese) ed Elisabeta Matos (Senta), cos non è andata per il resto del cast Stanislav Shvetz (Daland), Enzo Peroni (Steuermann), Will Hartmann (Erik) ed Elena Zilio (Mary). Diligente, come sempre, il coro diretto da Salvatore Caputo.
Una lettura cinematografica tutta effetti e suggestioni, ma senz’anima.

Fino al 28 aprile
Per saperne di più

www.teatrosancarlo.it

In foto, lo spettacolo in scena al San Carlo in uno scatto di Rocco Casaluce

RILANCIO DEL CORPO DI BALLO

Il sovrintendente Rosanna Purchia, le Segreterie Territoriali Cigl-Fistel Cisl-Uilcom e Uil, e i Rappresentanti Sindacali Aziendali (RSU) hanno siglato l’accordo per il Piano Triennale di Rilancio del Corpo di Ballo, che prevede stabilizzazioni e contratti annuali per raggiungere, entro il 2015, la pianta organica funzionale (39 elementi).
Dal verbale del 23 aprile 2013 “Le parti concordano per il settore Corpo di Ballo
contratti annuali da uno a tre anni e comunque non oltre il limite dell’et  pensionabile per gli art. 1 che non hanno partecipato alla selezione annuale del 2012;

Anno 2014 n. 7 assunzioni a tempo indeterminato dando la precedenza ai vincitori della selezione del concorso del 2012 come da accordo del 16/12/2011

Anno 2015 n. 4 assunzioni a tempo indeterminato dando la precedenza ai vincitori della selezione del concorso del 2012 come da accordo del 16/12/2011

Anno 2016 n.1 assunzioni a tempo indeterminato vincitori concorso da bandire
Commenta il sovrintendente Rosanna Purchia "E’ un accordo che definirei storico perch ci consente, in un momento di crisi, di guardare con serenit , lungimiranza e buone prospettive al futuro del nostro Corpo di Ballo".