Nel Teatrino dell’Accademia di Belle Arti è iniziato da ieri, 16 marzo, alle ore 15 il primo corso di perfezionamento per 20 attori professionisti che sono stati in scena gi  per 200 giorni. Il corso ha lezioni ogni luned dalle ore 15 alle 20 e il marted dalle 10 alle 15 ed è diretto da Luca De Filippo, si conclude il 4 giugno con 120 ore di lezioni di cui 40 ore di didattica e 80 di testimonianze di Anna Maria Sapienza, Antonio Sinagra, Bruno Garofalo, Maurizio Scaparro, Ferruccio Soleri, Peppe Barra, Mariano Rigillo, Claudio Di Palma, Tonino Taiuti, Enrico Bonvera, Michele Monetta, Lina Salvatore, Nello Mascia, Giancarlo Santelli, Brunello Leone, Emmanuel Gallot Lavalle, Armando Pugliese.
Tema principale sono le lezioni su l’attore e la maschera dal teatro greco alla Commedia dell’Arte e sulla tradizione del mondo di Pulcinella e di Arlecchino. Al termine ci sar  una prova di improvvisazione al San Ferdinando. Il corso è gratuito per gli attori partecipanti con una sola tassa d’iscrizione di 50 euro.
Sottolinea De Filippo «Una avventura che mi emoziona. In Italia sono sette i Teatri Stabili da cui escono venti attori ogni anno e poi ci sono scuole e accademie. Il lavoro dell’attore è difficile e molti non hanno quella preparazione sufficiente per affrontare il pubblico. Lo spazio dell’Accademia lo trovo congeniale per la sua storia e per la frequentazione di tanti giovani impegnati nelle varie discipline dell’arte. La citt  ha accolto favorevolmente anche la notizia di una scuola per giovani attori che avr  inizio nel prossimo ottobre. Napoli è unica per la sua antica tradizione e per una vivace attivit  teatrale con tanti attori, autori, registi».
Giuseppe Gaeta si sente orgoglioso di poter ospitare ora il corso e spera che l’Accademia possa essere anche scuola di teatro da affiancare a quella di scenografia e del costume. Francesco Somma si sofferma a illustrare la scuola di drammaturgia della durata di tre anni con le materie proprie come recitazione, improvvisazione, storia del teatro, danza, canto, musica e palestra ginnica anche per arti marziali per imparare l’equilibrio del corpo. Gli studenti, diplomati o laureati di et  tra i 18 e i 24 anni, pagheranno solo la quota annuale di 50 euro.
Il bando d’iscrizione uscir  a settembre e le lezioni di cinque ore dal luned al venerd fino al mese di maggio. I meritevoli parteciperanno allo stage con gli attori professionisti e potranno trovare impiego al Teatro Mercadante o al San Ferdinando.
Ai giovani aspiranti attori sar  insegnata l’arte del mimo e anche la dizione della lingua napoletana sia quella antica che quella contemporanea, essendo come ogni lingua viva sempre in continua evoluzione, oltre alla grammatica per mantenere attuale la tradizione.

Alla conferenza stampa al Mercadante ha partecipato Luca De Fusco
per dare il via all’inizio dell’attivit  di formazione teatrale dello Stabile del neo Teatro Nazionale a Napoli.

In foto, la conferenza stampa al mercadante per presentare la scuola. Con Luca De Filippo, i direttori del teatro e dell’Accademia, De Fusco e Gaeta