Dare visibilità ai talenti, soprattutto ai più giovani. Questo l’obiettivo del nuovo spazio espositivo partenopeo AM Studio Art Gallery di via Massimo Stanzione 10, nel cuore del Vomero. La galleria, con la direzione artistica di Antonio Minervini, inaugura venerdì 23 febbraio, ore 19.00 con il vernissage della mostra personale di Francesca Di Martino “Storie”.
Commercialista, tesoriere della Fondazione Odcec di Napoli, ma anche artista e gallerista, per Antonio Minervini l’arte è una passione antica che ha inizio a dodici anni, con la costruzione in proprio di un cavalletto per dipingere. Prosegue negli anni Sessanta, in un clima culturale allora assai fervido di stimoli e possibilità di confronto. Nonostante gli studi in economia, la passione per l’arte prosegue, alimentata da viaggi, sodalizi artistici, organizzazioni di eventi.

manifesto
Come artista esplora il dato pittorico sconfinando al di fuori di esso, in una visione pluridimensionale fatta di piani che si intersecano, si contrappongono, si superano. Ha da qualche anno aderito al movimento pittorico “Astractura” teorizzato da Rosario Pinto, secondo il quale esso ha raccolto l’importante eredità del De Stijl per quanto concerne la centralità della linea e l’impronta geometrizzante cui si ricollega.
La prima esperienza nell’ambito della direzione artistica matura invece in seno all’Art Point BP Med, la galleria della Banca popolare del Mediterraneo, con la quale espongono diversi artisti campani nell’arco di circa tre anni di attività. Prosegue con le esposizioni collettive realizzate con l’associazione culturale La Fenice e la direzione artistica del progetto, ancora in corso, dell’Odcec – Cultura Energia Economia che ha avuto inizio a dicembre con la mostra Relations di Tonia Erbino.
A seguito di queste felici esperienze, Antonio Minervini decide di aprire un suo spazio espositivo per dare visibilità alle risorse del territorio, in un quartiere, il Vomero, che nel secolo scorso fu teatro di una grande rinascita culturale a Napoli. Sarà la mostra di Francesca Di Martino ad aprire le danze con un percorso di dieci opere, tra ritratti iconici e autoritratti, realizzati nel corso di un decennio. Tra i personaggi famosi si annoverano Diego Armando Maradona, Marilyn, Sofia Loren, Obama, trasfigurati in immagini che sigillano l’unione tra il mito e l’uomo in una veste privata.
AM Studio Art Gallery si propone come luogo di confronto tra le arti. Dunque, non solo visual art ma anche letteratura, performance, dibattiti e uno studio di comunicazione, diretto da Alessandro Minervini, per la promozione di eventi, aziende e realtà creative.
In foto, uno scorcio dello spazio e la locandina dell’evento