Anche Napoli potr  aspirare ad avere il suo" turismo fluviale". L’idea del Bateau Mouche parigino approda nel golfo partenopeo.
L’iniziativa, con il patrocinio del Comune di Napoli, parte in via sperimentale per il mese di settembre sabato e domenica. A farsene carico è AliLauro, la compagnia di navigazione nata nel 1944.
L’Assessore alla Cultura – Nino Daniele – sostiene che è raro trovare imprenditori che rischiano di proprio per dare una mano alla nostra citt . Se la stessa trover  consenso nella citt  e tra gli operatori turistici chiederemo alla societ  AliLauro di ripeterla ogni anno da maggio a tutto settembre.

Il Consigliere comunale Carmine Attanasio, promotore dell’iniziativa, afferma che l’idea è quella di creare un grande attrattore per i turisti sul lungomare pedonalizzato,
per fare in modo che gli stessi possano avere un ulteriore motivo per restare un giorno in più nella nostra citt .
Con questa iniziativa daremo l’opportunit  a migliaia di persone ospitate nelle case famiglia di passare qualche ora di svago e spensieratezza. E’ quanto detto dall’assessore al Welfare del Comune di Napoli – Rosaria Gaeta.
Il presidente della societ , Salvatore Lauro, ha parlato di una sinergia d’intenti con l’Amministrazione Comunale, grazie alla quale, in poche settimane, si è concretizzato quello che poteva sembrare solo un sogno.

Sar  possibile vedere, da mare, Palazzo Donn’Anna, villa Rosbery,
Marechiaro, la Gaiola, Nisida, Castel Dell’Ovo. Un percorso di grande interesse storico, ambientale e paesaggistico.
I prezzi sono più che competitivi adulti 4,50 euro, bambini fino a 12 anni 3 euro.
Il taglio del nastro del sindaco De Magistris è sprevisto sabato 7 settembre alle 11, al Terminal di Mergellina, pontile AliLauro.

In homepage, il bateau mouche made in Naples