Perch rinunciare alla bellezza? Si potrebbe riassumere cos la Faimarathon di Napoli, dal titolo Verso le origini di Napoli Monte Echia e Megaride, una maratona dal percorso suggestivo, che combina arte, architettura e panorami insoliti della citt . Il Fai (Fondo Ambiente Italiano) infatti ha voluto titolare la manifestazione “L’unica maratona che si corre con gli occhi”, a sottolineare l’alto valore culturale e artistico della manifestazione.
Domenica 12 ottobre anche Napoli partecipa alla Faimarathon, iniziativa nazionale a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordati di salvare la tua citt “, che vede coinvolte oltre 120 citt  italiane. Organizzata dal Fai in partnership con il Gioco del Lotto, la maratona toccher  7 tappe, partendo da Piazzetta Salazar per arrivare fino al Castel dell’Ovo.
Appuntamento alle 10.30 di domenica 12 ottobre a piazzetta Salazar, dove i volontari FAI registreranno i “maratoneti” e consegneranno loro itinerario della maratona, pettorina Faimarathon e un kit di Chef Ovunque. Durante la “passeggiata lenta” lo scrittore Maurizio de Giovanni racconter  i luoghi che hanno ispirato i suoi romanzi. Silvio Perrella, invece, legger  per i maratoneti un suo racconto scritto per l’occasione.
All’arrivo, previsto a Castel dell’Ovo, i visitatori potranno accedere alla Sala delle Colonne, aperta eccezionalmente per il FAI, dove saranno anche proiettati filmati sulla storia del castello. Sulle terrazze, invece, i più piccoli avranno l’occasione di partecipare a un laboratorio di Circo e Teatro a cura dell’Associazione Ramblas.
Che l’Italia sia il paese dell’arte per eccellenza, tanto è vero che perfino la nostra Costituzione vi fa riferimento nei Principii fondamentali, e che il mancato sfruttamento di questo prezioso giacimento culturale sia una antica caratteristica negativa del nostro paese è ormai un concetto accolto da tutti e forse sta diventando perfino un luogo comune.bene dunque che, al di l  della enunciazioni di principio e delle perorazioni talvolta retoriche, si mettano i cittadini, soprattutto i più giovani, a contatto diretto con questo mondo che non finisce mai di stupire e che rappresenta una risorsa ancora non pienamente compresa e messa a frutto.
Perch, dunque, rinunciare alla bellezza? Questo vale ancor di più per Napoli, che, al di l  di ogni retorica oleografica, riesce a coniugare bellezze storiche, bellezze artistiche e naturali in un modo che spesso sorprende gli stessi napoletani.


Tappa 1) Liceo Artistico “Boccioni Palizzi” e Museo Artistico Industriale piazzetta Salazar
Tappa2) Chiesa Santa Maria Egiziaca a Pizzofalcone Via Egiziaca a Pizzofalcone, 30
Tappa 3) Istituto Italiano per gli Studi Filosofici a Palazzo Serra di Cassano, Via Monte di Dio, 14
Tappa 4) Chiesa della Nunziatella Largo Nunziatella, 8
Tappa 5) Sezione Militare dell’Archivio di Stato a Palazzo Carafa della Spina a Pizzofalcone via Egiziaca a Pizzofalcone, 44
Tappa 6) Monte Echia e Villa Ebe Rampe Pizzofalcone
Tappa 7) Isolotto di Megaride a Borgo Marinari
Arrivo Castel dell’Ovo

Per le iscrizioni e maggiori informazioni visitare il sito
www.faimarathon.it

In foto, la conferenza stampa del Fai e la piantina dell’itinerario

.