La napoletana Fidalma Malfer  espone il suo percorso d’arte, dal 4 al 17 giugno, all’ex asilo Filangieri, sede del Forum Universale delle Culture 2013, denominato “Alma Maris”.
Presenta sculture ottenute con la tecnica della vetrofusione, leggera, delicata quanto sensuale.
Nicola Oddati, Presidente del Forum Universale delle Culture, chiosa le opere in questo modo” Questa mostra apre uno spaccato sulla “normalit  del sogno” vista con gli occhi femminili”. E poi ancora” Le opere nella loro compostezza racchiudono il richiamo atavico ed affascinante dell’alma maris della nostra cultura”.
Ad affondare nel giudizio strettamente tecnico e di interpretazione artistica autentica è Pasquale Rossi dell’Universit  degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli” Una mostra e tante opere nel segno di un’idea multiculturale, rispettosa di ambienti storici e varia di contaminazioni figurative tra artisti e popoli che s’incontrano in una cornice di passione culturale di grande prestigio”. Nel merito” La figura preferita è il cavallo, che grazie alla “vetro fusione” assume forme tridimensionali, sia pure nella costrizione materica della lastra massiccia.
Emergono sagome mai banali, preziose di movimenti e di contorni che catturano l’osservatore che, attratto dalle imperfezioni e dalle bolle vitree, dalla sagoma modellata e dalle variegate e multiformi gradazioni cromatiche/luminose dei soggetti, rimane polarizzato dal carattere unico delle opere”. Malfer  intesse su lastre scorci di acquerelli forieri di bolle. La luce trabocca in abissi di trasparenze blu e in verdi opachi, quasi assopiti dentro l’approdo mitologico del mare nostrum”.
Le opere esposte Cavalli d’amare, Partenope, Evanescenze, Sassi d’amare, Materia dei sogni, Scacchiera.
Fidalma Malfer  nasce a Napoli nel 1962, diplomata presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli in Decorazione. E’ laureata in Conservazione dei Beni culturali. Dal 1996 è docente di ruolo in Discipline Pittoriche.

In foto, la sede del Forum delle culture e una delle sculture esposte