Il terremoto che genera creativit , fa muovere la terra e mette in moto anche l’arte. La provocazione arriva da Eruzioni, il festival di arti performative al via domani a Ercolano e fino al 19 settembre. In calendario appuntamenti di teatro, cinema e workshop con il coinvolgimento straordinario dei cittadini che cureranno l’ospitalit  degli artisti con l’iniziativa OGM, Ospiti Genuinamente Mobilitati. Apriranno le loro case, allestiranno i cortili e imbandiranno le tavole; mentre gli artisti doneranno, durante i convivi, assaggi della propria arte. Cos come prescriveva la
tradizione per le carovane degli artisti girovaghi.

Sede delle performance è invece il Museo Archeologico Virtuale isola di innovazione tecnologica applicata all’archeologia che da ora spazio alle sperimentazioni artistiche.

Partir  dal MAV anche l’iniziativa Spunti di svista: appuntamento marted 14 ore 18 per fotografi professionisti e amatori, ma anche cineasti, cineamatori e semplici cittadini curiosi, l’obiettivo è catturare i monumenti da angolazioni inedite. Ci si divider  in gruppi di lavoro zona per zona, e si uscir  per documentare ed esplorare. Ogni partecipante adotter  in particolare uno o alcuni luoghi a sua scelta da monitorare periodicamente. Il tutto sar  condiviso on line con un portale dedicato e arricchito dagli stessi reporter, con mappa dei luoghi e cronistoria dei rilievi.

Tutti i giorni del festival alle 19.00, proiezioni cinematografiche la cui scelta è ispirata al trentennale del terremoto che sconvolse il territorio, con la rassegna “Visioni”. E poi il teatro, non solo nella sede del festival ma anche in giro per la citt , ogni giorno una performance con la chiusura in piazza Trieste e Trento dove andr  in scena “Stormo” performance urbana di Effetto Larsen.

Eruzioni Festival è un evento organizzato da Officinae Efesti, in collaborazione con la Fondazione CIVES e la Regione Campania.

Programma completo su www.eruzionifestival.it

Nelle immagini la locandina del festival e un momento dalla performance Stormo