Su un invito cartaceo numerato c’è la presentazione della mostra personale di Luca De Martino “…una seriedicose…” alla PicaGallery di Napoli, in via Vetriera 16.

Artista napoletano poliedrico e interessante con questa sua prima personale ci fa entrare in un percorso di vita e arte che lo ha portato in questi cinque anni a un intenso e radicale cambiamento.

“Ho iniziato un po’ per gioco, su consiglio di un amico” spiega, e il suo viaggio nella scrittura lo ha portato nel tempo a costruire nei suoi diari una rappresentazione personale delle esperienze di vita, in cui scrittura e disegno coesistono in armonia.

“Desidero mostrare il lato intimo della scrittura” afferma mostrando i quaderni che, nella mostra, sono diventati tele. Un misto di tecnologia e manualit .

Non è solo il soggetto-artista che interessa Luca De Martino, ma una collettivit  che può prendere parte attivamente alle sue opere, sia attraverso la riflessione degli spettatori sia attraverso collaborazioni di amici e altri artisti, che hanno incontrato Luca sulla loro strada.

I colori surreali, “venuti dopo le parole e le forme”, sono colori simbolici dell’animo, in cui tinte cupe e tinte forti si alternano a seconda dell’occasione che si deve rappresentare, in una specie di rivisitazione surrealista della realt .

E cos dal primo quaderno, “strappato e a righe”, si passa alle trentatr tele della mostra, in cui i messaggi personali si fondono con citazioni e immagini “riprendendo il pensiero di Barthes, la pittura di Kandinsky e di Arcimboldo, che un po’ hanno condizionato la mia vita”.

Cos un uomo, forse estraneo all’arte, cerca nell’arte e nella scrittura un modo per ritrovare se stesso,nonch un rapporto attivo con la societ : questo è Luca De Martino.

www.picagallery.it

Nella foto, un’opera dell’artista


LA NOTIZIA Marzo Donna 2010

“Marzo Donna 2010”, Un appuntamento che va al di l  delle celebrazioni, ma che non rinuncia all’ambizione di affrontare con metodo ed entusiasmo i tanti ostacoli che ancora oggi impediscono alle donne di ottenere pari opportunit  e raggiungere una partecipazione paritaria in tutti gli ambiti.

Dal 5 al 13 marzo, nove giorni di incontri, seminari, riflessioni, mostre, laboratori ed eventi; il “Marzo Donna 2010” del comune di Napoli “occupa” il Maschio Angioino con il suo portato di idee e azioni.

Questo il calendario.
Il 5 marzo (ore 15) nella sala della Loggia l’anteprima con “Protagoniste del cambiamento”.

6 Marzo (Cappella Palatina, ore 12,30, “Premio Ospitalit  Donna 2010”, alla presenza di Enrica Bonaccorti. Nell’Antisala dei Baroni (ore 15), convegno- dibattito “Le donne Medico e l’Ambiente” e, a seguire (ore 16), seminario “Come la PET Terapy supporta le donne”.

7 Marzo (Antisala dei Baroni, ore 11), seminario “La scuola della buona educazione: progetto di formazione condiviso per genitori, nonni e baby sitter”
a cura di Cooperativa Sociale Metis.

8 marzo (Sala dei Baroni ore 10), convegno “La donna oggi: contraddizioni, sicurezze, possibilit  e realt .” a cura di Associazione Libera-mente.
8 Marzo (Antisala dei Baroni, ore 10.30), seminario “L’educazione alle Pari Opportunit “. E alle 12.30, nella Sala della Loggia, presentazione Libro “I colori della speranza” di Nunzia Frezza.

9 Marzo (Antisala dei baroni, ore 15), dibattito “Il lavoro femminile migrante”. Nella Sala della Loggia (ore 15), dibattito “Scuola, Infanzia, Donna: Oggi.”
a cura di CISL Campania

10 Marzo (Sala della Loggia ore 16), presentazione del numero della rivista “Leggendaria” dedicata a “Le Prof” a cura di Laura Capobianco, Simona Marino, Anna Riccardi, Emilia Taglialatela, Angela Villani che propongono un discussione non rassegnata sull’incerto futuro della scuola pubblica in Italia e di come vivono le insegnanti

13 Marzo (Antisala dei Baroni, ore 10), seminario “Lavorare con gli animali: Progetti di attivit , terapia ed educazione con gli animali”