Show_Yourself@Madre. “Mostra te stesso” e la tua creativit  sulla piattaforma digitale del Madre. Il Museo, dal 2 giugno, mette a disposizione della “creazione emergente” un sito web per giovani che si esprimono in pittura, scultura, letteratura, musica, teatro, cinema, grafica, design, fumetto, architettura, ecc. Si crea la possibilit  di caricare le proprie opere sul web e porle alla conoscenza e al giudizio di un pubblico internazionale, di esporle la Museo, di entrare nella collezione del Madre.
Per tre mesi, fino al 7 settembre 2014, ognuno può caricare due opere e si iscriver  al contest come “autore”. Gli utenti che si iscrivono come “Votante” potranno valutare le opere fino al 21 settembre quando verranno annunciate le dieci opere più votate. Dal 1 ottobre al 3 dicembre, le opere saranno presentate, a cadenza settimanale ogni mercoled nel Museo S_Y@M Gallery. Infine, il 10 dicembre, una giuria internazionale, composta dai direttori Andrea Viliani, del Madre, Florence Derieux del FRAC Champagne-Ardenne di Reims (Francia), Giovanni Carmine della Kunstall St. Gallen San Gallo(Svizzera), sceglier  l’opera che sar  nella collezione del Madre.
Il Museo, luogo della Memoria diventa vivo offrendo in tempo reale informazioni, idee, opere, progetti, nuove visioni dell’arte e mettendosi al servizio della creativit  emergente. Ai giovani autori si offre un confronto e agli altri una conoscenza sulle varie forme dell’arte. L’iniziativa è da ritenersi utile, anche, come incremento della cultura e incentivo a fare arte. La scelta della data simboleggia la nascita della nostra Repubblica fondata sulla Cultura, Lavoro, Libert  di espressione, patrimonio dell’Italia Maestra d’Arte e meta per ogni Artista.
Dopo la conferenza stampa, il Madre accende i fari sulla creativit  della moda degli studenti dell’Istituto “D’Este-Caracciolo” nella sala Re_Pubblica con la sfilata “Metamorfosi”. Titolo che, nelle sue molteplici interpretazioni, esprime anche l’evoluzione di ogni giovane, di un popolo, di una citt . Una sfilata di quaranta modelli elegantemente originali, disegnati, tagliati, cuciti dagli alunni e indossati dalle ragazze. La metamorfosi viene espressa nell’idea creatrice di ogni abito. Vestito con mantella che, sganciata in scena, diventa abito lungo oppure aprendo una zip cambia forma e scopre colori e disegni. L’abito da pomeriggio diventa abito da sera o viceversa. L’idea di “Metamorfosi” è di Monica Biancardi, docente di arte, con lo stilista Nino Lettieri, che opera nel mondo vivendo a Pompei. In un breve saluto invita i ragazzi a vivere e creare a Napoli pur potendo essere artisti di fama internazionale.

L’Istituto, storico conservatorio femminile borbonico, scuola di arti e mestieri, proietta i suoi studenti nel mondo del lavoro. Le studentesse indossatrici hanno seguito un corso di portamento gratuito nella stessa scuola.
L’Istituto, rinomato per il successo della sua sartoria artigianale, ha istituito il premio “Isabella” aperto alle altre scuole della Campania.
E’ modello di scuola attiva che, rendendo gli studenti protagonisti, costruisce il loro futuro.
La foto con Viliani e Gerardo Di Fiore, ottantenne poliedrico scultore ed ex docente della Accademia di Belle Arti, rende l’idea del Passato e del Futuro di Show_Yourself@ Madre.

Per saperne di più
www.showyourselfmadre.it .

In foto, il direttore del Madre(nello scatto in alto, da sinistra, con l’artista Gerardo Di Fiore davanti all’ingresso di Palazzo Donnaregina e alcuni momenti della sfilata