La fine dell’anno scolastico è alle porte e per gli studenti del quinto anno è tempo di esplorare l’offerta universitaria. Come sempre gettonatissime saranno le facolt  tradizionali, del tipo economia e giurisprudenza ma il consiglio è tenere d’occhio anche le proposte della sempre più dinamica (mostre, seminari, conferenze…) Accademia di Belle Arti, tanto più che idee e creativit , che qui si imparano a coltivare e presentare, sono oggi le risorse più ambite, non solo nell’ambito artistico ma anche in quello imprenditoriale.

I corsi di laurea dell’accademia saranno presentati oggi e domani nella sede di Via Costantinopoli che apre le sue porte ai futuri universitari in occasione di OrientArti, rassegna di incontri dedicati all’orientamento universitario e professionale.

Dopo il convegno di apertura di questa mattina (ore 10.30), si apriranno alle 11.30 gli stand informativi con i responsabili dell’orientamento e della segreteria studenti che incontreranno gli studenti rispondendo a domande e curiosit  (fino alle 16.00 e domani dalle 9.00 alle 16.00). Oggi e domani dalle10.00 alle 16.00 anche i docenti saranno a disposizione per illustrare i contenuti di corsi e laboratori.

Chi vorr  potr  richiedere anche un incontro personalizzato da sostenere successivamente.
Istituita nel 1752, l’accademia vanta un’ampia offerta formativa suddivisa in tre dipartimenti: Arti visive (scuole di pittura, scultura, grafica e decorazione); Progettazione e arti applicate (scuole di scenografia, restauro, progettazione artistica per l’impresa, fashion design, graphic design, nuove tecnologie nell’arte-cinema e televisione) e Comunicazione e didattica dell’arte (scuole di comunicazione e valorizzazione del patrimonio artistico contemporaneo e didattica dell’arte).

Corsi di primo e secondo livello per formare non solo artisti del domani, ma anche creativi della comunicazione, docenti e perch no, imprenditori dell’arte e della cultura.

Attenzione anche all’esperienza sul campo, al di fuori delle aule, come spiega la direttrice Giovanna Cassese: “negli ultimi anni si sono accese molteplici collaborazioni con enti pubblici e privati per permettere a tutti i nostri studenti di fare stage particolarmente formativi. Tra le convenzioni più significative atte a incrementare e rafforzare il nesso tre formazione e lavoro. si ricordano quelle con tutte le soprintendenze del territorio e con i loro laboratori di restauro per gli studenti del corso di restauro o quelle con i teatri napoletani per gli studenti di scenografia, Metronapoli e Metropolitana di Napoli per la salvaguardia delle stazioni dell’arte della linea 1 e 6 della Metropolitana di Napoli e con il Napoli Teatro Festival”.

OrientArti

12 e 13 aprile ore 9.00-16.00

Accademia di belle arti

Via Bellini 36/ Via Costantinopoli, 107/a

www.accademianapoli.it

Nelle immagini, la biblioteca dedicata a Anna Caputi e lo scalone monumentale dell’accademia