Parte la seconda edizione  del festival della letteratura,  “La Memoria degli Elefanti”. Venerdì 17 febbraio alle ore 18.30 s’inaugura la seconda edizione della rassegna all’insegna del mito,  ideato da “Arena Spartacus Amico Bio” all’Anfiteatro campano di Santa Maria Capua Vetere. Sottotitolo, “I amSpartacus: eroi, valorosi e valori”.
Al centro del primo appuntamento, i valori della giustizia raccontati attraverso gli spunti di “Toghe, banchieri e rotative” (Guida Editore), il libro del magistrato Vincenzo Pezzella, consigliere della Suprema Corte di Cassazione, dove l’autore racconta le sue “quattro vite”:il giovane impiegato di banca che per seguire le sue passioni lascia il posto fisso, il giornalista ‘abusivo’ che lavora negli anni ’80 nella Napoli dei viceré Di Donato, De Lorenzo e Pomicino, l’addetto stampa in Bankitalia al fianco di Carlo Azeglio Ciampi e il magistrato, per oltre vent’anni giudice penale del Tribunale di Napoli, estensore di numerose sentenze per gravi fatti di camorra, reati contro la pubblica amministrazione e fatti di rilevante allarme sociale e dal 2013 in Cassazione-
Introdurranno  il sindaco Antonio Mirra  e il direttore artistico del Festival dedicato a Spartacus, Antonio Emanuele Piedimonte. Coordina, Roberto Conte, project manager della kermesse. Al dibattito, partecipano, tra gli altri,  Giuseppe Borrelli, procuratore aggiunto presso la Direzione distrettuale antimafia di Napoli dove coordina le indagini sul clan dei Casalesi, Federico Cafiero De Raho, procuratore capo della Repubblica di Reggio Calabria, già pubblico ministero del Processo Spartacus, il primo maxi processo al clan dei Casalesi, Gabriella Maria Casella, presidente del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere,  Maria Antonietta Troncone, procuratore capo della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.
Si prosegue il 31 marzo con i valori della pace e dell’integrazione raccontati in “The American Pope” (Libreria Editrice Vaticana) dal giornalista Massimo Milone, direttore di Rai Vaticano, e il 26 maggio con i valori del patrimonio culturale italiano celebrati nel suo ultimo libro Un patrimonio italiano” (Utet Editore) dal presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici, Giuliano Volpe, che racconta anche l’esperienza del ristorante biologico  “Amico Bio – Arena Spartacus” all’Anfiteatro campano come uno degli esempi più innovativi in Italia di valorizzazione di un sito culturale.
In foto, una veduta dell’anfiteatro
Per saperne di più
  www.iamspartacus.it