Dama del pianoforte la definisce qualcuno, ma forse un genio del piano considerato che a cinque anni aveva gi  vinto la sua prima borsa di studio. Angela Hewitt si fermer  a Napoli dopo una tourne internazionale gioved 15 gennaio (ore 21) all’Auditorium di Castel Sant’Elmo nell’ambito della stagione musicale dell’Associazione Alessandro Scarlatti. Il programma prevede nella prima parte musiche di Franois Couperin (sixième ordre dal “second livre de pièces de clavecin) e Johann Sebastian Bach (partita n. 5 in sol maggiore Bwv 829 da “Klavier-bung”), Georg Friedrich Hndel (Suite in fa maggiore da “suites de pièces pour le clavecin”primo libro n. 2) per concludere nuovamente con Johann Sebastian Bach (Suite inglese n. 6 in re minore bwv 811).

Figlia d’arte (il padre era organista della Cattedrale di Ottawa) oggi è considerata la migliore interprete di Bach. Nel 2005 ha completato per Hyperion la registrazione integrale delle composizioni per tastiera del compositore tedesco.

La sua carriera è stata costellata da grandi successi e onorificenze. Ufficiale dell’Ordine del Canada dal 2000 e membro della Royal Society canadese, premiata nel 2003 con il primo BBC Radio 3 Listener’s Award, nel 2006 Angela Hewitt è stata scelta da “Gramophone” come Artista dell’anno, ed ha inoltre ricevuto l’ Onorificenza dell’Order of the British Empire in occasione dei festeggiamenti per il compleanno della Regina Elisabetta II.

Nella foto in alto, Johann Sebastian Bach

L’APPUNTAMENTO
Dalla costiera, un messaggio di solidariet  per i popoli. Domani su Raitre (ore 1,40), il di beneficenza a Piano di Sorrento. Una serata-evento denominata “Per il Nuovo Anno”, con il concerto dell’Orchestra sinfonica della radiotelevisione di Mosca, diretta dal Maestro Nicola Giuliani, e l’eccezionale presenza del giovane violinista cinese Ning Feng. In programma brani di Paganini, Rimsky-Korsakov, Lehar e Strauss jr. A presentare la serata televisiva, che gode del patrocinio del Comune di Piano di Sorrento e dell’Ambasciata Russa a Roma, nell’ambito degli scambi culturali Italia e la Federazione Russa- sar  la giovane Ilaria Iaccarino.

Il concerto al Teatro delle Rose è stato un rifiorire di appelli alla pace e alla solidariet  ad iniziare dal sindaco di piano di Sorrento Giovanni Ruggiero, che ha sottolineato l’importanza e l’attenzione del comune e del Rotary per tutte le “solidariet  vicine e lontane da noi”. A seguire il toccante saluto di Irina Rioumchina Cafiero, una guida turistica russa da anni sposata con un sorrentino, che ha diviso con la rotariana Ilaria Iaccarino l’introduzione del concerto dell’Orchestra di Mosca, che ha tenuto a sottolineare “La mia premura è che il filo che lega i nostri due popoli, il russo e l’italiano, con l’arte e la cultura, possano sempre trovare un comune linguaggio universale che va oltre i pregiudizi e i luoghi comuni”.