Il festival di archeologia sperimentale parte dal Sannio. Un’iniziativa dell’associazione culturale Animum debes mutare in programma sabato 24 marzo a Castelvenere in provincia di Benevento, ospitata dall’azienda Vitivinicola Castelle (Strada Nazionale Sannitica, 48).
Una giornata intera dedicata all’antica Roma (foto): il pubblico, immerso in una cornice ambientale di rievocazione e ricostruzione storica, sarà coinvolto nei laboratori pratici per scoprire saperi antichi e esplorare la storia e la cultura dei propri territori attraverso un‘esperienza autentica. Sno previste anche altre due tappe: una a San Lorenzo Maggiore (nel beneventano), il 14 aprile, al Convento di Santa Maria la Strada (Loc. Piana) e l’altra il 26 aprile a Napoli, alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura, Via S. Aspreno 2.
Dalle 9 alle 13, protagonisti saranno gli studenti  di alcuni Istituti superiori della Campania, affiancati da esperti artigiani e studiosi di settore. La partecipazione è aperta anche ai cultori e appassionati. Varie le esperienze con cui potranno confrontarsi: dalla manipolazione di materiali costruttivi di epoca romana alla rielaborazione delle ricette di panificazione dell’antica Roma.
Dalle 16 alle 20 tavole rotonde, convegni, presentazioni di libri, reading di letture classiche e momenti di intrattenimento canoro destinati a una più ampia fascia di visitatori. In fase di apertura dei lavori sarà firmato un protocollo d’intesa tra Municipalità 6 di Napoli, Comune di Castelvenere e Ass. Animum Debes Mutare – per  interventi di reciproca valorizzazione e promozione culturale tra il 2018/19.
A battezzare il festival sarà un altro debutto, quello del  Vino animum, prodotto dalla lavorazione di pregiate uve falanghina ed aglianico del Sannio e impreziosito con etichetta emozionale per favorire la diffusione della brand identity dell’Associazione. Prevista la degustazione e la vendita.
Per saperne di più
https://www.facebook.com/ADM.animumdebesmutare/