La citt  di Salerno, in occasione della VI “Giornata del contemporaneo” propone un ampio spettro di progetti ed eventi incentrati sulle strategie di comunicazione, promozione e diffusione dei linguaggi contemporanei e del ruolo dell’arte e dell’architettura nella realt  odierna. La manifestazione, promossa dalla direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’aArte contemporanee del Ministero dei beni e delle attivit  culturali, accanto alle più importanti istituzioni italiane, come l’Amaci e la Soprintendenza Bsae di Salerno e Avellino, aprir  oggi, 9 ottobre, ore 11.30 con la presentazione al pubblico del catalogo della mostra “Fresco Bosco”, a cura di Achille Bonito Oliva, per proseguire negli spazi della galleria Paola Verrengia con l’esposizione “Love Farmacy”, una doppia personale di Giulia Palombino e Violetta Caldrès.

Anche la fondazione Filiberto Menna – Centro studi d’arte contemporanea- costituisce una dei principali soggetti coinvolti nella realizzazione e diffusione degli eventi della “Giornata”. La fondazione è sin dal 1989 attiva nel tessuto salernitano nella promozione di iniziative il cui fine è quello di diffondere ed approfondire la conoscenza dell’arte contemporanea, adottando strategie operative che privilegiano il confronto critico e l’educazione visiva alle novit  che con il volgersi degli eventi socio-politici l’arte, da sempre precorritrice dei tempi, ci propone.

In occasione della giornata del contemporaneo la fondazione Menna presenta un inedito progetto dedicato a Harald Szeemann, che si stempera in un trittico di eventi in cui l’esposizione dal titolo “La mostra è aperta. Artisti in dialogo con Harald Szeemann” sar  seguita da una giornata di studi “Esposizioni. Lo spazio delle mostre nella critica contemporanea” e da attivit  laboratoriali che contribuiranno sinergicamente a mettere a fuoco la personalit  e il complesso lavoro di Szeemann. Considerato una delle voci più autorevoli della critica d’arte del secolo scorso, Harald Szeemann fu inventore di una pratica curatoriale creativa,aperta a linguaggi differenti e a differenti interpretazioni dello spazio espositivo.

Szeemann ha trasformato il suo rapporto con l’arte in un dialogo osmotico fra l’arte e la vita, dove la disciplina e l’estro danzano in contro-canto attorno ad alcuni luoghi e metafore ricorrenti. La mostra, attraverso opere realizzate da sei protagonisti della scena espositiva internazionale come Mrdjan Bajic, Danilo Correale, Stanislao Di Giugno, mk, Perino & Vele e Carlotta intende disegnare un nuovo momento di riflessione sul pensiero di Szeemann che ha fatto dell’evento espositivo uno spazio privilegiato di confronto, di contaminazione di linguaggi ed esperienze culturali in genere.

La giornata di studi, che si svolger  il 22 ottobre 2010 nel la sala conferenze della fondazione Menna, prevede la presenza di alcuni critici e curatori di acclarato spessore culturale che, confrontandosi con Angelo Trimarco, presidente della fondazione, e con Stefania Zuliani, curatrice del progetto, daranno il proprio contributo ad un dibattito sulle attuali metodologie curatoriali riflettendo sul rapporto tra arte e museo, sulle nuove strategie di comunicazione e di esposizione dell’opera.

I laboratori didattici coinvolgeranno, attraverso un impegno progettuale e operativo, gli studenti del corso di storia e teoria del museo in et  contemporanea della laurea in storia e critica d’arte dell’universit  di Salerno, saranno rivolti agli alunni delle scuole elementari e medie del territorio salernitano e contribuiranno a consolidare un atteggiamento di positivit  ed importanza dell’educazione visiva del fanciullo che la fondazione porta avanti dal 2007.

Due i laboratori proposti: “Le forme dell’operaù2, che vedr  protagonisti gli stessi bambini in una serie di attivit  manuali; “Il museo delle meraviglie”, in cui i bambini, sulla traccia del “Museo delle ossessioni” di Szeemann, verranno invitati a costruire un proprio Museo attraverso immagini e oggetti del proprio quotidiano.

Fondazione Filiberto Menna, lungomare Trieste 13 – Salerno

Tel 089 254707 – 349 5813002 fax 089 254707

info@fondazionefilibertomenna.it
www.fondazionefilibertomenna.it

Nella foto, Achille Bonito Oliva

LA NOTIZIA – L’INCONTRO/ OLTRE IL PAESAGGIO

Anche Napoli celebra la giornata del contemporaneo. Oggi, 9 ottobre (ore 17) all’associazione culturale Movimento Aperto (via Duomo 290/c) sar  inaugurata la mostra "In margine al paesaggio" fotografie installazioni  dipinti di Bruno del Monaco, Carmine Rezzuti e Ilia Tufano, sul tema gi  proposto dal progetto “Oltre il paesaggio” (19 maggio-22 giugno 2010) a cura di Giorgio Agnisola.

Fotografie, installazioni e dipinti di Vincenzo Aulitto, Michele D’Alterio, Bruno del Monaco, Carmine di Ruggiero, Venanzio Manciocchi, Antonio Montano, Domenico Napolitano, Teresa Pollidori, Carmine Rezzuti, Andrea Sparaco, I            6                  «  lia Tufano, Carla Viparelli. Interventi di Giorgio Agnisola, Valeria Alinovi, Mary Attento, Floriana Coppola, Gaetano Bonelli, Bruno del Monaco e Diego Guida.

La mostra rester  aperta i giorni 13 14 15 ottobre  ore 17-19.

Per conoscere conoscere il programma completo della giornata visita
www.amaci.org