Si è svolto, a palazzo san Giacomo, il convegno di studi sul tema “Il futuro della musica”, dedicato alla nuove metodologie di apprendimento musicale nei bambini in et  scolare e prescolare. Promosso dall’Aigam (Associazione italiana Gordon per l’apprendimento musicale) e dall’assessorato alla pubblica istruzione del Comune di Napoli, in collaborazione con il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, Nati Per la Musica Campania, Teatro dei Piccoli e Edizioni Curci. Tutti gli interventi sono stati centrati sull’analisi della funzione fondamentale svolta dalla Musica nello sviluppo armonico dei bambini presentando in quella sede significative testimonianze sui nuovi approcci metodologici che ne confermano, alla luce di documentate esperienze, l’indispensabile valore formativo.
Con Andrea Apostoli, presidente Aigam nazionale (nonch docente del Conservatorio di Padova), hanno preso parte ai lavori Annamaria Palmieri (assessore alla pubblica istruzione comune di Napoli), Elsa Evangelista (direttore del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli), Lorenzo Mottola (chirurgo pediatra, referente regionale Nati Per la Musica), Eugenio Ottieri (docente di musica d’insieme al Conservatorio di Napoli e direttore artistico Progetto Sonora), Mariagabriella Giardina (dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Domenico Cimarosa di Napoli).
L’Aigam (Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento Musicale) fondata nel 2000 da Andrea Apostoli, è tra le realt  più attive in Italia nell’azione di contrasto alla deprivazione e al vuoto formativo conseguente l’abolizione dell’insegnamento delle discipline musicali. Si ispira alle innovative teorie di Edwin E. Gordon, professore presso la South Carolina University e fondatore della Music Learning Theory secondo il quale «l’insegnamento della musica scrive Gordon – ha di per s un valore, nella misura in cui consente agli studenti di sviluppare le proprie capacit . La musica, dunque, ha la sua ragione d’essere nei programmi scolastici e prescolastici senza bisogno di dimostrare che sia utile a qualcos’altro». L’Aigam collabora stabilmente con le maggiori istituzioni musicali del Paese (Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Accademia del Teatro alla Scala di Milano, Centro Nascita Montessori) oltre che con numerosi Conservatori italiani.

Per saperne di più

www.aigam.it

info@aigam.it

Nella foto, il sorriso di un bambino aperto all’orizzonte della musica