“Opera from Orfeo to Adriana” è il titolo di un singolare concerto che ha interrotto la compassata serie di appuntamenti con la musica colta proposta dall’Associazione “Scarlatti” al suo pubblico affezionato.
Protagonista della serata il pianista Danilo Rea che duettava con la tromba di Flavio Boltro. Il programma ha presentato una successione serrata e ben calibrata di brani ispirati a pagine assai celebri della tradizione operistica italiana. L’improvvisazione è la cifra che conferisce unitariet  a un programma cos vasto e difforme.
Tra le rapide successioni di note che si susseguono a cascata si distinguono, talvolta a fatica, le sembianze di melodie celebri, come “Caro mio ben” di Giordani, “Casta diva” dalla “Norma” di Bellini, o la struggente “Io son l’umile ancella” di Francesco Cilea. Timbro nitido e avvolgente, brillante e languido, la tromba di Boltro, forse inutilmente amplificata, respirava all’unisono con il pianoforte di Rea, impiegato come strumento a percussione più che a corde.
Un Danilo Rea insolito, che sembra aver lasciato alle spalle le esperienze pop più leggere, per ripiegare sulla tradizione colta, che affronta con rispetto, senza rinunciare alla creativa e spigliata arte della variazione e dell’improvvisazione. Variegata la risposta del pubblico. Si sono sentiti non pochi commenti negativi sull’opportunit  di inserire nel cartellone eventi cos “leggeri”. Per fortuna si tratta di reazioni isolate la maggior parte degli spettatori ha ben accolto il concerto, premiando i due strumentisti con convinte richieste di bis, che sono state esaudite più volte.

Il prossimo appuntamento con l’associazione Scarlatti all’auditorium di Castel Sant’Elmo è gioved 26 gennaio alle 2100
ensemble la risonanza fabio bonizzoni direzione,
deborah york soprano,
nicola marchesini contralto,
kristian adam tenore,
sergio foresti basso.
Per saperne di più
www.associazionescarlatti.it

L’EVENTO/CALLIOPE TRA I LUOGHI DELL’ANIMA

Calliope, la musa della poesia, si trasforma. E la parola diventa suono, impressione, pennellata. Venerd 20 gennaio nell chiostro del Convitto Vittorio Emanuele II di Napoli (Piazza Dante), dalle ore 1830, avr  inizio La metamorfosi di Calliope reading poetico, mostra pittorica e fotografica, performance musicale e multimediale.
La kermesse è organizzata da Luoghi dell’Anima (costola poetica dell’associazione culturale Librincircolo). Lo spazio poetico e espositivo, diviso idealmente in cinque continenti, ospiter  le opere pittoriche di Imma Sicurezza, le fotografie di Pierpaolo Ghirelli e dieci poesie per altrettante poetesse interpretate dalla voce Alessandra Troiano e Corinne Bove.

In foto, Danilo Rea