Ultimo appuntamento con “Il sabato delle idee”. Il progetto, che ha visto la partecipazione e collaborazione dell’Universit  degli Studi Suor Orsola Benincasa, il Palazzo delle Arti di Napoli e la Fondazione SDN, è giunto alla sua fase conclusiva. Per l’occasione, Sabato 27 Giugno alle ore 10.30 presso la Fondazione SDN (Via Gianturco 113, Napoli), si svolger  il dibattito a cui prenderanno parte: il caporedattore della Rai di Napoli Massimo Milone, l’arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepe, Bruno Dallapiccola, docente di Genetica all’Universit  “La Sapienza” di Roma, Aldo Masullo, professore emerito di Filosofia morale all’Universit  Federico II di Napoli, Gianluca Bocchi docente di Filosofia della scienza all’Universit  di Bergamo, Paolo Viviani, docente di Neuroscienze all’Universit  di Ginevra e l’ingegnere Marcello Cadioli specialista in bioimmagini. Ospite d’eccezione l’economista e scrittore francese Jacques Attali, presidente della “Commissione per la liberazione della crescita francese nel 2007”, il cui rapporto finale del 2008 “300 decisioni per cambiare la Francia” rappresenta un vero e proprio manifesto di una filosofia innovativa per il rilancio economico e sociale dei paesi occidentali.
In occasione dell’incontro dedicato al tema “lo spazio del tempo” verr , inoltre, inaugurata la mostra di IABO, a cura di Julia Draganovic, che rester  in esposizione presso la Fondazione SDN fino al 28 luglio.
Il giovane artista napoletano inizia il suo percorso come writer nel 1994, tre anni dopo si trasferisce per un anno in America, vivendo tra New York e Los Angeles, dove entra in contatto con artisti della scena metropolitana. Dopo il conseguimento degli studi, ha partecipato a vari live performance in convention, festival, mostre e concerti a Napoli, Roma, Ancona, Bari, Milano, Bologna, Parigi, New York. Nel 2004 inaugura la sua prima personale,”Wild at heart”, a Roma nello spazio espositivo LOL moda arte e design e sempre nel 2004 arreda la stazione ferroviaria di Gianturco (NA) nell’ambito del progetto Circumwriting, progetto a cura di Evoluzioni con la partecipazione di Achille Bonito Oliva.
L’esposizione presso la fondazione comprende una serie di lavori in plexiglass di un metro per un metro, assemblati in dittici e trittici. Scrive la curatrice: “…Il solo modus operandi compatibile con il ritmo incalzante del mondo odierno. Da questa riflessione nasce la serie dei profili. Lo stesso, medesimo faccione maschile, tracciato con una spessa linea nera, è potenzialmente declinabile all’infinito grazie a piccoli dettagli che lo caratterizzano. Bandito, Botta senza risposta e Untitled sono alcuni esempi di questa illimitata versatilit . Presentati in coppia, i volti piatti ed essenziali dialogano tra loro per contrapposizione cromatica…”.

Per informazioni:
www.ilsabatodelleidee.it
e
www.iabo.it

Nlle immagini alcune opere di IABO in mostra