Sguardo  sui “Voti” di Carlo Guitto, attore puteolano che così celebra il suo  debutto alla regia. Il cortometraggio sarà proiettato giovedì 4 maggio, alle 21,  da AvaNposto Numero Zero,  lo spazio di Egidio Carbone in via Sedile di porto 55. Con il regista,  ne parlerà, tra gli altri, Enzo Moscato che  ne è uno degli interpreti.
Con lui, nel lavoro cinematografico, anche Benedetto Casillo, Valentina Stella, Carlo Guitto, Enzo Casertano, Anna Troise, Egidio Carbone, Enzo Perna, Agostino Chiummariello, Ciro D’Errico, Pasquale Ioffredo. E ancora: Enzo Gragnaniello, Davide Marotta, Salvatore Cantalupo, Ida Rendano. Un posto speciale nel filmato anche  per Maria Luisa Santella e Michele Gentile
Prodotto dalla Compagnia Teatrale Enzo Moscato in collaborazione con Rio Film e con il supporto dell’associazione Enart e della società Napoli Centro Storico, affronta in chiave satirica e paradossale il fenomeno tristemente attuale del voto di scambio e della perdita di credibilità dei partiti politici.
Ambientato in un paese in provincia di Napoli alla vigilia delle elezioni amministrative, il corto dracconta la storia di Marco, un trentenne insicuro, ossessionato dalla mancanza di prospettive (interpretato dal regista stesso), coinvolto nella caccia la voto, a favore de candidato di turno, dietro promessa di favori e aiuti post elettorali.
Accetta di sostenerlo e promuoverlo, inoltrandosi in una giungla di personaggi:  il disoccupato, la disposta a tutto, lo psicotico, la para-camorristica, l’egocentrica, la visionaria anziana attrice, l’esaltato pittore post moderno in vena  di proclami sovversivi, il disgustoso, bulimico ex-candidato sconfitto, il piccolo e manesco boss, l’assessore, sfuggente e ambivalente, la seducente onorevole in carriera, il prete apocalittico e sibillino.
Uno spietato e ironico spaccato della società odierna. Al centro, la corruttibilità dell’essere umano; i voti si vendono, anche se non si vede mai alcun passaggio di denaro, perché c’è qualcuno che li acquista in un gioco delle parti che rende sottile il confine fra onesti e disoneste, criminali e gente perbene. Ingresso libero, fino a esaurimento posti.
In foto, gli interpreti del corto