Nell’ambito della edizione del Festival di Teatro Benevento Citt  Spettacolo (Direzione artistica Enzo Moscato, 5-10 settembre 2009), si terr  oggi alle ore 17, presso l’auditorium Museo del Sannio, (Piazza Santa Sofia Benevento), l’incontro dal titolo: “Forum Agor . Dentro e fuori il teatro. Pubblico e operatori della scena a confronto”, a cura di Antonia Lezza (Universit  degli Studi di Salerno). Il Forum Agor , oggi alla sua terza edizione è un dibattito sul teatro e dopo essersi soffermato, nelle precedenti edizioni, sul rapporto tra il teatro e la parola prima, e tra il teatro e la musica poi, quest’anno, il Forum Agor  del trentennale intende soffermarsi sul teatro di qualit . Ci rivolgiamo alla curatrice di tale iniziativa per approfondirne alcuni aspetti:
Professoressa Lezza, la sua presenza all’interno delle iniziative del festival è molto attiva. Cosa ci propone il dibattito di quest’anno?
In questa edizione ho voluto mettere a confronto due diversi modi di vivere il teatro: quello del pubblico che partecipa, e la realt  interna al teatro stesso, con la sua organizzazione, la preparazione all’evento scenico, la complessit  degli apparati.
Quest’anno il festival pone l’accento sul tema dell’ignoranza. importante l’esistenza di una tematica?
La tematica crea un legame forte tra tutte le iniziative: workshop, mostre, presentazioni di libri, forum e, naturalmente, l’aspetto performativo vero e proprio. un filo rosso sul quale muoversi per non creare scollegamento tra l’insieme delle proposte.
Cos’è un teatro di qualit ?
La qualit  è offrire un prodotto apprezzabile e spendibile, che tu puoi reinvestire, arricchente, che migliora, un teatro di ricerca verso la contemporaneit  e i nuovi linguaggi.
Quali saranno i relatori?
Interverranno al dibattito personaggi importanti, di qualit , selezionati non per generica “notoriet “, ma perchè legano il loro nome all’impegno professionale e offrono un contributo incentivante alla riflessione e alla discussione a progetti ad alto livello. Ci sar  Angelo Boscarino, responsabile del Pride Cultura, esperto in sitografia teatrale; Giuseppe Liotta, Presidente dell’Associazione nazionale critici di teatro; Daniele Mattera, autore di teatro che rappresenta le nuove istanze ed Enzo Moscato, regista autore-attore, nonch direttore artistico del festival. E poi ci saranno gli interventi dal pubblico di due giovani laureati, due new entry che sono autori e attori.

In alto la locandina del festival