" Chasseur de rves " Art aborigène d’Australie (Cacciatori di sogni. Arte aborigena d’Australia) è il titolo della mostra ospitata a all’Atelier Grognard di Rueil-Malmaison a cura del gallerista Luc Berthier, profondo esperto del genere fino al 31 maggio.

Nel 2008, alcune opere, un assaggio della sua ricerca sull’arte aborigena, erano state tra i protagonisti del Giallo di Napoli, antologia dell’arte ospitata, al Castel dell’Ovo e in varie altre sedi della citt , a cura di Jean-Nol Schifano.

In quell’occasione Berthier trovò ad accoglierlo un pubblico curioso, entusiasta di scoprire una manifestazione artistica viscerale e profondamente estetica e dunque vicina a quella partenopea. Alla vigilia della chiusura dell’esposizione parigina, il gallerista dichiara: “fu tale l’interesse dei napoletani nei confronti dell’arte aborigena che una nuova mostra è d’obbligo, almeno per provare a soddisfare la loro curiosit . Nel 2008 Jean Noel Schifano portò l’arte aborigena a Napoli come un cavallo di Troia, con lungimiranza, spirito d’apertura e d’altruismo. Queste qualit  sono quelle di un uomo indipendente e le ritrovo nella storia di Napoli”

L’arte aborigena è una forma di memoria dipinta, strumento attraverso il quale si tramanda il vissuto, perch, come ricorda Berthier, “unire il passato al presente per trasmetterlo al futuro è necessario a preservare l’equilibrio della societ “.
Ecco perch il gallerista definisce i suoi artisti “ambasciatori del paese del sogno”, di quel tempo ci, dell’organizzazione del mondo, tanto spirituale, quanto materiale.

“La portata di questo genere d’arte spiega Berthier – è proporzionale al suo paese d’origine (la cui superficie è circa trenta volte maggiore di quella italiana). La recente apparizione dell’arte aborigena (1971) la determina gi  come un movimento d’arte contemporanea maggiore. A cavallo tra il XX e il XXI secolo, concentra tuttavia la sua forza in una cultura che datiamo a più di 70.000 anni fa. La sua storia e la sua diversit  sono tali che uno spazio come l’Atelier Grognard (dove attualmente esponiamo su un’area di 700 m)basta a malapena a introdurla. D’altronde i musei specializzati consacrano tutti gli anni le loro mura a questi artisti fuori dal tempo”.

" Chasseur de rves " Art aborigène d’Australie

Fino al 31 maggio Atelier Grognard

6 av du Chteau de Malmaison

92500 Rueil-Malmaison

Nell’immagine, un’opera in mostra