Mercoled 18 maggio, alle 11.30, al Museo archeologico nazionale di Napoli (Piazza Museo Nazionale, 19), conferenza stampa di presentazione della mostra Codex del fotografo casertano Antonio Biasiucci, che sar  poi inaugurata gioved 19 maggio, alle 19, sempre al Mann.
La mostra, curata da Gianluca Riccio e promossa dalla Fondazione Banco di Napoli all’interno del progetto culturale ilCartastorie, presenta il lavoro nato dallo sguardo dell’artista sull’Archivio Storico del Banco di Napoli, il più grande archivio storico bancario del mondo che, in 330 stanze, raccoglie un’immensa citt  di carte, sessantamila faldoni e libri contabili custodi di 17 milioni di voci che raccontano le storie degli antichi banchi, svelando insoliti aspetti di economia quotidiana e centinaia di migliaia di vicende di personaggi celebri o ignoti un affresco vivo di Napoli e di tutto il Mezzogiorno, dalla met  del 1500 a oggi.
Un tesoro di memorie catturato nelle fotografie di Biasiucci, che saranno esposte al Museo archeologico (dal 20 maggio al 18 luglio). Alla mostra sar  inoltre affiancata l’installazione Moltitudini, allestita nella sede dell’Archivio a Palazzo Ricca (via dei Tribunali, 213).
Alla conferenza stampa di presentazione di Codex parteciperanno, oltre ad Antonio Biasiucci e Gianluca Riccio, il presidente della Fondazione Banco di Napoli, Daniele Marrama, e il direttore della struttura museale , Paolo Giulierini.

Codex presenta al pubblico un’ampia selezione delle immagini in bianco e nero realizzate da Biasiucci nel corso della sua permanenza negli spazi dell’Archivio tra l’estate e l’autunno del 2015.

Nella foto, la locandina dell’evento