Sono tanti anche a Napoli “Quelli che la danza”, e l’espressione da il titolo alla rassegna di danza contemporanea ideata da Mario Crasto De Stefano presentata ieri mattina. “Ogni famiglia ha almeno una bambina che ha frequentato un corso di danza, e ha assistito almeno una volta a un saggio”, osserva, eppure non ci sono per la danza gli stessi grandi eventi che ci sono per il cinema e per il teatro, ecco perch l’evento si propone come momento di coordinamento e programmazione della danza in Campania, toccando con il suo cartellone Salerno, Napoli, Caserta e anche Nocera.

L’iniziativa prevede workshop con Ambra Senatore, Anthony Heinl, Paolo Mohovich e Enzo Celli e un interessante cartellone di spettacoli, a partire da “Bis” di Ambra Senatore e Antonio Tagliarini “nel 2008 avevamo presentato L’ottavo giorno spiega lei e il nostro intento era intervenire su quello spettacolo, con alcune modifiche. In realt  il risultato è una cosa del tutto nuova, creata a partire dal concetto di continuo fare e rifare che si ripete all’infinito svuotandosi di senso e di utilit . E’ una danza che non si fonda sulla musica anche se c’è una sorta di suono che la accompagna”.

Bis andr  in scena al Teatro Nuovo dal 9 al 12 febbraio in prima nazionale, lo stesso teatro ospiter  dal 6 all’11 marzo altre tappe della rassegna, mentre il Delle Palme, che anche l’anno scorso era stato sede di Danza d’autore, il ciclo di spettacoli da cui è nato “Quelli che la danza”, ospiter  cinque spettacoli (14, 21 e 28 febbraio e 20 e 26 marzo) tra cui Fire Fly, con coerografie di Antony Heinl.

La buona notizia è che gli appuntamenti sono proposti ad un prezzo accessibile, 10 euro per il Teatro Nuovo e 20 euro per il Delle Palme, con sconti speciali per scuole di danza e giovani e per chi si abbona a più spettacoli.

Il programma completo è consultabile a questo linkdanzateatro.net

Nell’immagine, lo spettacolo Giselle della compagnia GDO/BOTEGA, il 2 marzo al Delle Palme

LA NOVITA’/ NAPOLI AL LICEO SU DUE PUNTE
Danza anche a scuola. Arriva una grande novit  nel panorama scolastico napoletano. Nasce a Napoli, all’Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa di Corso Vittorio Emanuele, il primo Liceo Coreutico della provincia di Napoli, il secondo in Campania dopo il liceo Coreutico dell’Istituto Scolastico “Alfano I” di Salerno.

Decisamente suggestivo sar  l’evento di presentazione un flash mob, ideato dagli studenti del liceo Artistico del Suor Orsola, con le coreografie di Gilda Cerullo, venerd 10 febbraio alle 12.30, al Museo del Giocattolo di Napoli (Via Suor Orsola 10, Napoli).
Il percorso formativo del liceo musicale e coreutico, è indirizzato all’apprendimento tecnico-pratico della musica e della danza e allo studio del loro ruolo nella storia e nella cultura. Si tratta di un percorso che guida lo studente ad approfondire e sviluppare le conoscenze e le abilit  e a maturare le competenze necessarie per acquisire, anche attraverso specifiche attivit  funzionali, la padronanza dei linguaggi musicali e coreutici sotto gli aspetti della composizione, interpretazione, esecuzione e rappresentazione, maturando la necessaria prospettiva culturale, storica, estetica, teorica e tecnica.

Il termine per la presentazione delle domande di iscrizione scade il 20 febbraio 2012.
Poich l’iscrizione è subordinata al superamento di un provino gli studenti delle scuole secondarie di primo grado, possono effettuare due domande di iscrizione una al liceo coreutico e una a un altro qualsiasi indirizzo scolastico superiore, che rester  valida qualora non si dovesse conseguire l’idoneit  all’iscrizione al liceo coreutico.

Per saperne di più
012522262
www.scuolesob.it