Nuovo evento per il lungomare liberato.Venerd (11 settembre), dalle 1830 in poi, sabato (12) e domenica (13) prossimi ci sar  il Bufala Fest, chef e pizzaioli gourmet per valorizzare la filiera bufalina.
Protagonisti indiscussi la mozzarella e la ricotta di Bufala Campana dop, ma anche della carne alla brace, salumi, dolci e finanche liquori realizzati con il latte di bufala e le creme di bellezze.

Il progetto punta a valorizzare il territorio campano, la sua economia e le sue antiche tradizioni agroalimentari promuovendo il benessere a tavola.
Per farlo parte dalla promozione di due prodotti diversissimi tra loro, sia per caratteristiche organolettiche che per sviluppo commerciale che però contribuiscono a identificare la Campania del buono la mozzarella di Bufala Campana dop e la carne bufalina.

Gli organizzatori, Renato Rocco e Luca Staempfli, dichiarano
«Ci siamo resi conto che i prodotti di derivazione bufalina rappresentano una eccellenza riconosciuta a livello mondiale ma che, in Campania, mancava l’aggregazione degli operatori dell’intero comparto e la valorizzazione dell’intera filiera piuttosto che della singola valenza gastronomica. Essere riusciti a mettere insieme i Consorzi più rappresentativi del settore e anche i piccoli produttori è per noi motivo di orgoglio».
Saranno 36 le postazioni gastronomiche, in primo piano l’esaltazione dei sapori autentici che troveranno spazio in ogni piatto proposto nel menù. Due i progetti sposati dal Bufala Fest la pizza gourmet e la cucina primordiale.
A questi saranno affiancati gli educational; si potr  assistere alla filatura della mozzarella e ai laboratori del gusto predisposti da Slow Food. Dibattiti tecnico-scientifici con la presenza di esperti del settore saranno dedicati ai temi della Campania del Buono e della sicurezza alimentare.

Alle 2100 di venerd 11 settembre, alla Rotonda Diaz, “La Notte della Tammorra”, la festa di musica e cultura popolare;
domenica alle 2100 vi sar  uno spettacolo musicale con protagonisti Fabrizio Fierro e suo figlio Aurelio jr, con la Tocafierro band. Musica anni ’50.

Nella foto, la mozzarella bufalin dop, protagonista indiscussa dell’evento