All’indomani della super partita Chelsea-Napoli, Scampia segna il gol del riscatto e lo fa attraverso la sua scuola di calcio, che raccoglie 500 ragazzi del quartiere. A raccontarne 25 anni di attivit  è Rosario Esposito La Rossa, nel suo libro “Sotto le ali dell’airone” (Marotta&Cafiero editori), che si presenta gioved 15 marzo alle 16 nella sede dell’Istituto Banco di Napoli Fondazione (Via Tribunali 213).

Oltre all’autore saranno presenti il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, il Presidente dell’Istituto Banco di Napoli Fondazione, Adriano Giannola, il Presidente della Fondazione con il Sud, Carlo Borgomeo, il Presidente della Scuola Calcio Arci Uisp di Scampia, Antonio Piccolo.
Interverr  anche la giornalista Diletta Capissi che da tempo segue la struttura e spiega “E’ la storia di un vissuto, di un impegno sociale e di una vittoria sul campo, vinta in pieno dalla Scuola Calcio Arci Uisp Scampia. E Rosario descrive questa storia con passione e dovizia di particolari di chi ha vissuto da testimone la costruzione del progetto del centro sportivo, prima come allievo calciatore e poi come mister, allenatore dei pulcini. Traspare netta la funzione della Scuola Calcio e l’esperienza formativa vissuta su quei campetti del quartiere a contatto con i suoi mister. Cos è anche per le centinaia e centinaia di ragazzi che frequentano la scuola e poi, diventando adulti, scelgono di rimanere a lavorare nella scuola, un passaggio di testimone importante. Una storia costruita, mattone dopo mattone, in 25 anni di attivit  con fondamenta e pilastri di acciaio, frutto di un’attivit  ed un impegno pervicace in un quartiere dove tutto si può disperdere e confondere con il degrado più diffuso. E invece la Scuola Calcio è diventata un faro, un segno forte e un tratto saliente di “riconoscibilit ” del quartiere alla stregua di importanti segni ed elementi architettonici che contribuiscono a rendere più identificabile un territorio”.

In foto, la scuola calcio a Scampia