Norbert Attard, Ashis Gosh, Pietro Lista, Sound Barrier , Max Papeschi sono solo alcuni dei nomi protagonisti della nuova mostra allestita al CAM intitolata “Il sacro svelato, iconografia contemporanea”. Curato da Antonio Manfredi, l’evento sar  inaugurato venerd 9 maggio alle ore 19, per concludersi mercoled 9 luglio 2014, ospitando opere di artisti nazionali e internazionali impegnati al fine di analizzare al meglio il valore assunto nell’epoca contemporanea dalle nuove accezioni visive della religiosit , dalla spiritualit  al consumismo, ad esempio, o dalla ricerca dell’assoluto fino al kitsch.
Un vero e proprio esperimento che finora non ha avuto eguali nel napoletano, e a cui invece adesso viene interamente dedicata una galleria d’arte, il CAM (Casoria Contemporary Art Museum), luogo di profonda cultura anche dal punto di vista dei bambini, organizzando corsi con l’obiettivo principale di fornire gli strumenti necessari per un’ampia e corretta comprensione dei temi storico-artistici e delle tecniche dell’arte contemporanea anche per i più piccoli.

Che sia contemplativa, minimale o urlata, l’investigazione delle iconografie del divino nell’arte contemporanea appare specchio di una societ  in bilico tra sacro e profano, tra tradizione e ironia. L’ascesi ultraterrena trova mille interferenze nelle nuove divinit  a cui l’uomo guarda come riferimento, e la mostra “Il sacro svelato, iconografia contemporanea” rivela proprio questo immaginario contaminato. Nelle opere la personale investigazione artistica appare priva di tabù che tuttavia si trasforma in soggetti portati all’estremo dal lavorio e dal pensiero.
L’ironia dissacrante investe il prototipo della religiosit  popolare come per la santa suora nella campana di vetro che fa le pulizie nel video di Paula Sunday & Alfredo Maddaluno, nel “SuperJesus” (in foto) che spicca il volo come un razzo di Max Papeschi o nel Cristo grassoccio e sorridente di Norbert Attard. Appaiono elementi di forte contestazione a un rigidit  teologica come per “Gli angeli ribelli” di Gerardo Di Fiore che volando liberi appaiono, per esempio, tutt’altro che asessuati ironia e critica per una mostra al museo CAM sicuramente da non perdere.

L’evento il museo CAM (Via Duca D’Aosta, Casoria Napoli) presenta “Il sacro svelato, iconografia contemporanea”, mostra a cura di Antonio Manfredi, dal 9 maggio alle ore 19, fino al 9 luglio 2014

Per saperne di più
www.casoriacontemporaryartmuseum.com

Nelle foto, in alto, il lavoro di Papeschi. In basso, l’opera di Attard