Domenica gratuita al museo. Il 3 settembre, alle  10 e alle  11.30, Capodimonte offre l’opportunità di scoprire la  collezione Borgia (foto), in un percorso tematico dedicato al valore e alla bellezza della diversità, alla arte intesa come dialogo e contaminazione.
La visita gratuita, condotta da Stefania Napoleone, storica dell’arte dei servizi educativi del Museo di Capodimonte,  mette in luce proprio l’interesse verso culture ‘altre’ di Stefano Borgia, raffinato e erudito cardinale, uomo dalle idee nuove e tra i personaggi più influenti del XVIII secolo.
Grazie alla sua apertura verso culture lontane e esotiche, al suo colto spirito illuminista, al suo ruolo di segretario della Congregazione di Propaganda Fide e al materiale proveniente dalle missioni cattoliche presenti nei più disparati angoli del mondo, oltre le frontiere della cultura occidentale, il cardinale istituì, nel suo palazzo di Velletri, un vero e proprio Museo.
Una raccolta che si pone come sintesi tra Oriente e Occidente, suddivisa in dieci classi di oggetti, in linea con lo spirito classificatore e didascalico dell’enciclopedismo illuministico.
Alla collezione, venduta nel 1814 a Gioacchino Murat in base a un accordo ratificato nel 1817 da Ferdinando I di Borbone, è dedicata una sala al primo piano del Museo di Capodimonte. I manufatti d’arte medievale e moderna presentano parti dell’originario allestimento borgiano come  il Museo Sacro e il Museo Indico.
Appuntamento alla biglietteria del Museo alle 10.00 e  alle 11.30
Prenotazione obbligatori: mu-cap-accoglienza.capodimonte@beniculturali.it
tel. 081.7499130 (dal giovedì al martedì 10.00-13.00 | 15.00-17.00).

Per raggiungere il Museo di Capodimonte:
Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento (Teatro San Carlo)
Fermate a richiesta lungo il percorso
Tariffe da 1.50 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti