La poetica dei sogni. Trasferita sulla tela. La propone Maria Luisa Casertano nella mostra che s’inaugura domani (gioved 13 settembre) alle 17 a Castel dell’Ovo con un incontro cui partecipano Giorgio Di Genova, Rosario Pinto, Gilda Luongo (che cura l’evento), Stefania Spisto, Linda Irace per presentare il catalogo che accompagna l’esposizione. Coordina il dibattito, Stefania Falco.
Di s stessa, Maria Luisa dice
“Sono nata a Napoli dove vivo e lavoro, da sempre ho sentito intorno a me l’amore per l’arte; il lavoro del nonno materno, valente pittore ligure, ha influenzato sia me che i mie fratelli trasportandoci in questo mondo dove la mente guarda con il cuore. Ho cos, tentato di dare corpo ai pensieri, ai sentimenti, che muovono e commuovono. Nascono forme in continuo movimento alla ricerca del colore del sentire. Masse definite, di materia ora porosa con increspature, lacerazioni e per questo più viva, ora superfici lisce con velature e trasparenze che captano la luce. Le forme compiono un continuo viaggio e il colore le investe trasformandole. Lungo il cammino infiniti intralci, barriere tentano di annullarle, ma esse riemergono sempre, con esplosioni di vita”.
Il colore invade l’opera e si dilata in un’energia di materia artistica . Nei suoi lavori, i colori respirano, sottolinea Di Genova, e i ritmi di questo respiro sono regolari, a volte affannati, brevi, profondi o densi, con giuste pause riposanti. Il risultato è una felice armonia con il mondo interiore, attraverso gli strumenti del neoinformale che si fondono a espressionismo e lirismo.

Artista al femminile. Lo mette in evidenza la curatrice. “La poetica informale dai tratti nucleari … in questo spartito volatile ritrova ancora le sue margherite gialle con la consapevolezza di essere una pittrice creatrice di un qualcosa che somiglia solo a se stessa, al suo sguardo, al suo gesto, e alla cifra più autentica del suo essere donna.”
Azzerate le icone. Resiste un unico soffio vitale dove il cuore regala i suoi impulsi.

Maria Luisa Casertano

Sale delle terrazze di Castel dell’Ovo- Napoli
13 settembre – 26 settembre 2012
Mostra a cura di Gilda Luongo

In foto, un’opera dell’artista