Cinque giorni di “Classico 900”. Nella splendida cornice di Villa imperiale Pausilypon, inizia oggi (25 ottobre) La rassegna di teatro danza e musica organizzata dalla Sovraintendenza ai beni archeologici di Napoli e Pompei,con il sostegno della Regione Campania, dell’assessorato al turismo e ai beni culturali e con il contributo dell’ Unione europea. Un riferimento al ventesimo secoloin chiave filologica, come periodo di riscoperta del classico non nel senso manieristico ma in una prospettiva dinamica che fa da interlocutrice e punto di riferimento per lo sviluppo di nuove prospettive artistiche nascenti dall’incontro e dalla rielaborazione del classico considerato in una dimensione. Pausilypon, area troppo spesso dimenticata dalla mappatura del turismo, come ricordato anche dal direttore artistico dell’evento Aurelio Gatti, ma ricca di una suggestione da fare invidia a siti ben più conosciuti disseminati sul territorio nazionale.
Si parte alle 19.30 con una visita guidata del sito, alla quale seguir  lo spettacolo ST22_Andromaca di Rosaria Iovine affidato alla compagnia MDA/D-Out , una riflessione sulla condizione della detenzione in particolare femminile e sulla “regressione” che comporta.
Alle 21 sar  la volta de l’ultimo atto di circe di Valeria Alessi,per la regia di Paolo Pollio, interpretato da Anatolè-“Yupiter41!”. Testo di tema ambientalista che ripercorre la struttura della drammaturgia greca.
Mercoled 26 ottobre, sempre dalle 19.30, l’ensemble Comtessa de Dia interpreta Tempus est iocundum diretta dal maestro Ferdinando de Martino e alle 21 Bottega del Pane/Freezer 09 presentano Baccanti “dioniso o de perduto iddio”da Euripide, di Dario Garofalo e Cinzia Maccagnano.
Si prosegue gioved 27 ottobbre a partire dalle 21 con La luna dei Borboni da Mtamorphoses di e con Paolo Fontana e Fabio Lorenzi. Concerto di brani inediti con musiche originali ad accompagnare i versi del poeta Vittorio Bodini, uno dei maggiori interpreti e traduttori italiani della letteratura spagnola.
Venerd 28 terminano gli appuntamenti del parco archeologico di Pausilypon con le Erinnida Sofocle Eschilo e Euripide, drammaturgia di Aurelio Gatti e Sebastiano Tringali.
A concludere la rassegna sar  il concerto di Salvatore Accardo, con opere di Paganini e Giuseppe Verdi, che, per motivi climatici, avr  luogo sabato 28 ottobre alle 21, nel complesso del museo archeologico nazionale, lieto di ospitare- citando le parole del direttore del museo Valeria Sampaolo -“un evento differente da quelli a cui tradizionalmente si lega il museo, ma che si inserisce appieno nello spirito e nell’intento della valorizzazione del patrimonio culturale, restituendo, anche solo per una sera, alla struttura quella caratteristica di polo multiculturale che gi  ha avuto in passato”.

Per saperne di più
http//
www.classico900.blogspot.com

Nelle foto, una scena di baccanti e Salvatore Accardo

ALTRE INFORMAZIONI

Ingresso Villa Imperiale di Posillipo da Grotta di Seiano (Via Coroglio)ore 19.30
Biglietti 12 euro (intero),10 euro(ridotto)
In caso di sfavorevoli condizioni climatiche gli spettacoli si svolgeranno in area coperta
Ingresso concerto "Salvatore Accardo & Friends", alle 21, a
Museo Archeologico Nazionale di Napoli, biglietti 50 euro (intero), 40 euro (ridotto)