“Un Grand tour della creativit “. E’ La mostradi Antonio Giannino che viene inaugurata venerd 16 alle ore 17,00 nelle sale delle terrazze a Castel dell’Ovo. L’evento è promosso dell’Istituto Culturale del Mezzogiorno e dall’Unione Nazionale Scrittori Artisti con il patrocinio dell’assessorato alla cultura di Napoli.
L’impegno artistico e civile di Giannino ha origini remote e copre un arco di tempo considerevole se si pensa che i suoi esordi risalgono agli anni sessanta. Il libro/catalogo che accompagna la mostra descrive le varie vicende che l’hanno visto protagonista e testimone.
Ed è proprio questa intensit  professionale che Antonio Filippetti mette subito in rilievo nella introduzione del volume da lui stesso curato quando scrive “L’attivit  creativa di Antonio Giannino si articola lungo un arco di tempo abbastanza esteso, che sfiora ormai la soglia dei cinquant’anni un percorso durante il quale l’artista ha messo per cos dire in campo le sue peculiarit  attraverso un ventaglio di esperienze assai vasto che comprende pittura, scultura, grafica, ma anche esplorazioni critiche e didattiche e poi una variet  di stimoli e sensazioni. L’arte sacra ma anche profana, lo stimolo della fede ed il richiamo della laicit ,in un coacervo di sensazioni e suggestioni che anche per chi guarda o ammira rappresentano una sfida intrigante o meglio l’invito ad addentrarsi in un osservatorio ricco di fascino e di sorprese. Alla fine anche il viaggio nella bottega dell’artista presenta perciò persino dei rischi nel senso che la stessa molteplicit  di esperienze può risultare in qualche modo fuorviante poich non immediatamente riconoscibile in una data classificazione”.
L’artista ha dunque operato nel corso di circa mezzo secolo sperimentando tutte le tecniche dell’espressione artistica e creativa. L’esposizione napoletana di Castel dell’Ovo, che può essere visitata fino al 28 novembre dalle 10 alle 18, rappresenta un giusto tributo all’impegno dell’artista ma soprattutto consente di accostarsi all’opera creativa di un autore capace di esprimere se stesso interpretando nel contempo lo spirito dei tempi.

In foto, particolare di un’opera di Giannino