Il rito della tavola, da sempre fonte di ispirazione di interessanti oggetti di design, è co-protagonista di un evento espositivo fatto di saperi, sapori e le forme della creativit . “Come l’acqua sul fuoco…l’alchimia tra cibo e design” è il titolo della mostra (foto), realizzata dall’Associazione Creativit  e Comunicazione, a cura di Giovanna Talocci, aperta al pubblico fino 4 luglio 2015, nella sala Carceri di Castel dell’Ovo di Napoli.

Un elogio al food design che tinge di fantasia uno dei momenti più importanti della quotidianit  e della vita sociale; tra fotografie di prodotti, luoghi del cibo, oggetti e immagini che hanno fatto la storia del design da tavola, trova spazio il design contemporaneo, italiano e internazionale, dei creativi che hanno partecipato al Concorso di Idee “Dal Vesuvio ai Campi Flegrei…navigando tra saperi, sapori e design” lanciato il 30 dicembre 2014 e conclusosi il 28 febbraio scorso. Il contest è un pretesto per rilanciare una simpatica sfida ideare oggetti originali per il consumo o la vendita del cibo in spiaggia o in mezzo al mare. I candidati sono trentacinque, tutti esperti di food, product, graphic e interior design; in esposizione al Castel dell’Ovo, le opere dei tre finalisti selezionati da una giuria di esperti.

Tutti i progetti sono stati creati per il consumo a contatto con l’acqua del mare distesi comodamente in spiaggia o in acqua, durante lo snorkeling, in barca o in riva nel mare. Multisensorialit , trasversalit  ed esperienza emozionale proiettano il visitatore in una dimensione dove gli elementi naturali, l’acqua ed il fuoco, fanno riaffiorare il rapporto alchemico fra cibo e design. Una mostra che sviluppa e approfondisce i temi di EXPO Milano 2015 coinvolgendo artisti di tutto il mondo allo scopo di anticipare le tendenze estetiche e culturali del settore dell’alimentazione.
Fanno parte del percorso i tour campani, realizzati in collaborazione con l’associazione Movi_menti al fine di coinvolgere le realt  locali campane a indagare le specificit  territoriali, dunque il rapporto fra cibo e design, attraverso racconti di chef e designer. Anche il cinema e le sue suggestioni legate al pasto, entra nell’evento, con “food, design & cinematografia” a cura di Francesco Scardaccione. Con il percorso alchemico, Roberto Monte e Vincenzo Pellegrino ci accompagnano in una indagine sul rapporto che intercorre tra ciò che assumiamo e ciò che realizziamo per assumerlo, con lo scopo di carpire le relazioni attraverso cui la materia comunica col mondo esterno. E ancora le immagini di Patrizia Savarese, la ricerca iconografica di Domitilla Dardi, per scoprire l’identit  di un territorio molto vasto e ricco di tradizioni culinarie.

Fino al 4 luglio 2015
Sala “Le Carceri”
Castel dell’Ovo – Via Eldorado 3 (Borgo Marinari) Napoli