Il fascino discreto delle catacombe di San Gennaro colpirà ancora. Dopo il successo della scorsa estate (foto), ritorna il ciclo di visite serali in uno dei uno dei sotterranei più suggestivi di Napoli.con l’aperivisita. Una discesa nella bellezza del mistero, tra arcosoli, mosaici e affreschi, in programma sabato 5, 12, 19, 26 agosto alle 20 e 21 solo su prenotazione.
La visita sarà arricchita dall’aperitivo offerto dalle eccellenze del Rione Sanità e dal micro birrificio napoletano Kbirr, creatore della birra chiara non fermentata “Natavota”, dedicata al santo.
Le catacombe di San Gennaro sono disposte su due livelli non sovrapposti, entrambi caratterizzati da spazi estremamente ampi, a differenza delle più famose catacombe romane. Questo grazie alla lavorabilità e alla solidità del tufo.
Il nucleo originario risale al II secolo d.C. Si tratta, probabilmente, del sepolcro di una famiglia gentilizia che poi donò gli spazi alla comunità cristiana.
L’ampliamento iniziò nel IV secolo d.C, una volta deposte le spoglie di Sant’Agrippino, primo patrono di Napoli, nella basilica ipogea a lui dedicata. Un’unica navata scavata nel tufo, che conserva ancora una sedia vescovile ricavata nella roccia e l’altare con un’apertura, in cui i fedeli potevano vedere e toccare la tomba del santo.
Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti
prenotazioni@catacombedinapoli.it
tel. 0817443714 – prenotazioni@catacombedinapoli.it
Il biglietto costa 12 euro – gratuito fino a 12 anni
Ingresso da Via Capodimonte, 13
adiacente basilica Incoronata Madre del Buon Consiglio
possibilità di parcheggio