Cellar Theory, il posto per chi ama la musica. Nato nel 2007, in una cantina di Via Bonito a Napoli, si è ispirato, dall’inizio, ai Kellerclub berlinesi dove si accede cendendo scalette impervie. Fulcro della vita notturna musicale della capitale tedesca. Nel 2013, il locale partenopeo ha cambiato location (in vico Acitillo, 58)conservando lo spirito originario, quello di posto dove essere se stessi e dove ascoltare una musica indipendente.
Il weekend comincia venerd 4 dicembre che unir  in un’unica sinergia i Disappears e His Clancyness (al Nord America). Mentre domenica 6 il pubblico potr  confrontarsi con l’inconfondibile stile degli Zu (romani), una fusione tra hardcore punk, math rock, jazz e metal che trova il suo cuore nelle continue evoluzioni ritmiche e armoniche. Due serate targate #cellarAltraMusica.

#cellartheorive porta alla ribalta gioved 10 dicembre il fortunato gruppo Guappecartò, vero e proprio laboratorio di musiche cosmopolite, che combinano i suoni della tradizione popolare con un armonioso mix di culture e generi che la band ha assorbito per le strade e tra la gente di tutta Europa.
Venerd 11 dicembre tocca a Francesco Forni e Ilaria Graziano, duo campano votato all’internazionalit . Propone un folk blues originale e coinvolgente, con opening act di Katres, ovvero Teresa Capuano, chitarrista e compositrice che racconta spesso dell’universo femminile, con ironia e romanticismo.

Sabato 12 dicembre ci saranno Sabba & Gli Incensurabili che considerano musica un mezzo di denuncia i testi di Salvatore “Sabba” Lampitelli si sposano col sound di 4 musicisti dal background molto diverso.
Mix fresco e frizzante in aperta polemica con i fondamentali dell’italiano medio il Grande Fratello, la partita della nazionale, l’intreccio amoroso tra il Vip di turno e la spogliarellista anonima, che diventa celebrit  tutto d’un tratto.
Non mancher  il poeta e performer torinese Guido Catalano per esibirsi in uno dei suoi originali reading mercoled 16 dicembre, un appuntamento targato #cellarLive.
Tra gli altri appuntamenti, da segnalare il finale, domenica 27 dicembre show case di presentazione per “Serpenti”, ultima release degli Epo foto, all’anagrafe Ciro Tuzzi, Michele De Finis e Jonathan Maurano.
Prodotto con un campagna di crowdfunding su Musicraiser (insieme ad un album di prossima uscita), è il quarto lavoro della band che conferma il loro impegno poetico e musicale, nel solco della tradizione del miglior cantautorato italiano e internazionale.

Per saperne di più
tel 349 83 28 486