Lo Young Russian Ballet’ di Mosca e il Centro Ariota Danza’ di Casoria (NA) presentano il Progetto “Danza e Professione”, da un’ idea di Andrey Lyapin, direttore artistico dello Young russian ballet e di Sergio Ariota direttore del Centro Ariota Danza. Un progetto rivolto a tutti gli allievi delle scuole di danza dai 14 anni in su. Obiettivo finale? La messa in scena di uno spettacolo professionale con primi ballerini internazionali. Lo spettacolo che sar  composto dal II atto dello Schiaccianoci’ e dal II atto del Lago dei Cigni’, andr  in scena nel mese di novembre 2013, in un teatro napoletano.
La realizzazione dell’evento durer  all’incirca le quattro settimane antecedenti lo spettacolo e sar  costituito da 18 solisti e circa 84 allievi per il corpo di ballo. I costumi per lo spettacolo saranno forniti inoltre dalla Compagnia Young Russian Ballet. Lo scorso 2 luglio si è svolta l’audizione al Centro Ariota Danza, alla quale hanno preso parte moltissime scuole della provincia di Napoli, Salerno e Caserta e ogni scuola ha presentato i propri allievi, che sono stati valutati da Andrey Lyapin e dalla bravissima ballerina Anastasia Sverchkova.
L’audizione si è svolta con una prima selezione alla sbarra e poi una seconda al centro. Lo Young Russian Ballet’ a Mosca è stato concepito come un ensemble di solisti, ogni ballerino con una forte individualit  e con l’esperienza e la conoscenza di una vasta gamma di ruoli di repertorio. La maggior parte dei suoi ballerini sono sotto i 25, eppure, nonostante la loro giovane et , molti degli artisti gi  godono di riconoscimento sia in Russia che all’estero. Il focus del gruppo, cos come del progetto, è sempre sul repertorio classico.
La compagnia Young Russian Ballet’ è stata creata da Andrey Lyapin e Nastya Sverchkova. Entrambi vantano un impressionante curriculum artistico, avendo ballato come solisti in un gran numero di importanti teatri della Russia. Ma tornando al progettoDanza e Professione’, l’obiettivo fondamentale è in realt  plurimo innanzitutto la riscoperta per i ragazzi selezionati e per il pubblico che assister  allo spettacolo, del repertorio della danza classica, abbandonato e oggi un po’ lasciato nel dimenticatoio; altro scopo è anche la possibilit  per gli allievi di un reale confronto con una realt  professionale, un confronto con artisti di chiara fama, unuscire da quello che è l’ambiente, a volte un po’ ovattato, della scuola; e infine altra nota importante è lo scambio interculturale tra più paesi e in questo caso tra l’ Italia, la Finlandia e la Russia. Un’ottima idea, dunque, che risollevi in un certo senso e nel suo piccolo, le sorti della danza, risvegli gli animi assopiti….sar  un po’ come riportare alla luce qualcosa nascosto in soffitta, un qualcosa di ritrovato da rispolverare.

Per saperne di più
www.youngrussianballet.com
www.facebook.com/CentroAriotaDanza

In foto, l’audizione del 2 luglio con Anastasia Sverchkova