Da luglio a ottobre. Un percorso che attraversa i luoghi dell’anima. Ovvero le Certose. Tre le grandi protagoniste: quella di San Martino a Napoli, di San Giacomo a Capri e di San Lorenzo a Padula. L’iniziativa asce da una proposta turistico-culturale di grande respiro della Regione Campania, assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo, nell’ambito delle iniziativa d’eccellenza finanziate dal Mibact, con la collaborazione scientifica del Polo Museale della Campania.
Si propone così all’attenzione  del pubblico un patrimonio straordinario che merita prospettive nuove, degne della eredità di valori spirituali, economico-sociali e civili che ancora
custodiscono. Emblemi di una civiltà plurisecolare che ha contribuito a formare l’identità della regione da nord a sud, dalla metropoli capitale alla cittadella monastica più imponente d’Europa, nel cuore del Vallo di Diano.
Un viaggio nella storia per rifondare una economia lucida, consapevole, sostenibile della cultura e del tempo libero, a sua volta inserito nella trama originale di esplorazioni spirituali e ambientali, i percorsi dell’anima, già promosse dalla Regione nei luoghi sacri ‘minori’ distribuiti lungo tutto il territorio campano,tra pellegrinaggio e trekking ambientale di nuova generazione.
La mostra a San Martino
presenta opere del Sei e del Settecento che prendono spunto dal tema biblico di Giuditta e Oloferne, a partire dall’affresco di Luca Giordano nella Cappella del Tesoro. Per l’occasione saranno esposti, per la prima volta, i disegni preparatori provenienti dagli Uffizi di Firenze. Le opere seicentesche, da Carlo Saraceni a Jacopo Ligozzi, si confronteranno icon i maestri del contemporaneo, a dimostrare affinità e dissonanze, affrontate con sensibilità differenti, da Lucio Fontana a Alberto Burri, da Luca Maria Patella a Anish Kapoor, da Louise Bourgeois a Giacinto Cerone e Paolo Mussat Sartor.
Da Napoli a Capri, dove  ci saranno le istallazioni del grande volume “Leviticus” di Hermann Nitsch, protagonista storico dell’Azionismo Viennese, che riflette sulla ritualità e sui “misteri” della religione; le icone russe ‘da viaggio’, in bronzo e smalto, di collezione privata, che rappresentano gli aspetti più intimi e personali della religiosità ortodossa; le incisioni di Vittorio Pavoncello dai libri della Bibbia ebraica. E verranno affiancate dall’istallazione dell’artista di origine rumena Radu Dragomirescu e da due opere di Vettor Pisani, che creò pensando ai dipinti di Diefenbach esposti in Certosa nell’omonimo Museo.
Si comincia venerdì 14 luglio, dalle 19 alle 22, negli spazi interni ed esterni della Certosa di San Lorenzo a Padula,  con  la performance dell’artista Vanessa Beecroft, VB82,  che si svolgerà all’interno della Certosa, nella sala del Refettorio dove, alcentro,  sarà  collocato un lungo tavolo inclinato. I 13 personaggi maschili, tra cui alcuni abitanti del luogo, rimandano alla figura di Gesù: nudi, indossano soltanto un velo bianco. Hanno capelli e barbe lunghe e rappresentano il tradizionale Gesù bianco come raffigurato in film e dipinti.
La rappresentazione durerà due ore, subito dopo gli abitanti della cittadina nei dintorni della Certosa saranno invitati a una processione illuminata da torce in un percorso che li porterà all’interno. All’entrata sarà dato a ciascuno un lungo vestito bianco da indossare e tutti saranno poi invitati a occupare lo spazio del cortile principale. La performance (realizzata in collaborazione  con la Galleria Lia Rumma) sarà fotografata e filmata.

Ecco il programma del progetto
Il cammino delle Certose
I percorsi dell’anima
 

venerdì 14 luglio
Certosa di San Lorenzo a Padula
performance di Vanessa Beecroft
venerdì 21 luglio
Certosa di San Martino a Napoli
inaugurazione della mostra
sabato 22 luglio
Certosa di San Giacomo a Capri
inaugurazione della mostra
e performance musicale di Luigi Esposito
organizzato dall’Accademia Musicale Napoletana
sabato 29 luglio
Certosa di San Lorenzo a Padula
inaugurazione della mostra
e concerto di Marcus Stockhausen
organizzato dall’Accademia Musicale Napoletana
mercoledì 13 settembre
Certosa di San Martino a Napoli
concerto organizzato dal Teatro di San Carlo
“L’esperienza del Sacro tra Medioevo e Novecento”
sabato 16 settembre
Certosa di San Lorenzo a Padula
concerto organizzato dal Teatro di San Carlo
“Il Lied romantico per coro femminile“
venerdì 22 settembre
Certosa di San Giacomo a Capri
concerto e brani recitati da Catherine Spaak
organizzato dall’Accademia Musicale Napoletana
“Soirèe Debussy“
sabato 21 ottobre
chiusura delle mostre

In foto, uno scorcio della certosa di Padula